56
  • DOMAN - LRB Liberdade Genova (Official Video)

    1,270 views 2 years ago
    Official Video della canzone in Genovese estratta dal cd IMMAGINI dedicata a tutti gli abitanti di Preli e della Val Bisagno (Genova) Cin dei Muli

    Fino alla fine degli anni 60, il paese di Preli grazie alla sua posizione di dominio sulla media Val Bisagno (Genova),rappresentava l'immagine di un presepe in era moderna. Successivamente questo "presepe", fu travolto e drasticamente trasformato da numerosi interventi edilizi, che senza pietà, provocarono danni irreversibili alla vita agreste del paese ed a quella spensierata dei ragazzini di allora. Asfalto al posto dei caratteristici, poggetti ricchi di alberi da frutta e di ulivo,auto a motore rumorose e inquinanti, al posto dei muli silenziosi e laboriosi. I muli, colmi di beni di prima necessità e di altri beni secondari,percorrevano ogni giorno con qualunque temperatura. la faticosa salita che collegava, la Val Bisagno con l'ultima casa del paese, allo scopo di soddisfare le necessità degli abitanti.
    Il personaggio storico che dedicò la propria vita a governare questa attività di trasporto con i suoi muli, fù un signore che gli abitanti del paese chiamarono "Cin dei Muli".
    Cin dei Muli era in realtà un carovaniere del passato che conduceva muli anziche cammelli e calpestava mattoni invece delle dune di sabbia. Cin trascorreva le sue giornate su e giù per il paese, sempre a piedi e in testa alla fila dei suoi muli, stanco ma soddisfatto di portare benessere presso le case dei suoi compaesani. A fine giornata, i ragazzini del paese si davano appuntamento, per compiere insieme l'ultimo tratto di salita, accompagnando la carovana di muli alla loro stalla aggrappati alle loro code o seduti sulle selle. Quando sopraggiunse il progresso "Cin",i suoi muli sparirono come inghiottiti dal nulla e quel calpestio di zoccoli e quel vociare dei ragazzini morì per sempre...

    testo di Doman con traduzione in Italiano
    DOMAN ( Testo)

    Lento ō va pe sta stradda,
    pe necescitæ e pe amô.
    Sciù e zù tûtto ō giōrno,
    ne-o sô da stæ
    ne-e fêugge de l’aōtunno.

    Dōman n’atro giōrno da camminâ.
    Dōman n’atro giōrno pe mangiâ.

    Lento ō va pe sta collinn-a
    da-e ginestre colorâ;
    un quaddro âutenticôu:
    Preli de nêutte
    a ninna e stelle.

    Dōman n’atro giōrno da camminâ.
    Dōman n’atro giōrno pe mangiâ.

    Cōmme ō fa a nō sentî a fadiga.
    Passi nobili e prïe ûmide.
    Chi ō sente passâ,
    ō prega ō çê de fâlo tōrnâ.

    Dōman n’atro giōrno da camminâ.
    Dōman n’atro giōrno pe mangiâ.

    A seja a se pösa in sce oive
    e parlan a-ō vento de mâ.

    TRADUZIONE IN ITALIANO:

    Lento va per questa strada,
    per necessità e per amore.
    Su e giù tutto il giorno,
    nel sole d'estate
    e foglie d'autunno.

    Domani un altro giorno da camminare.
    Domani un altro giorno per mangiare.

    Lento va per questa collina
    dalle ginestre colorate;
    un quadro autenticato:
    Preli di notte
    culla le stelle.

    Domani un altro giorno da camminare.
    Domani un altro giorno per mangiare.

    Come fa a non sentire fatica.
    Passi nobili e pietre umide.
    Chi lo sente passare,
    prega il cielo di farlo tornare.

    Domani un altro giorno da camminare.
    Domani un altro giorno per mangiare.

    La sera si posa sugli ulivi
    che parlano al vento di mare. Show less
    Read more
  • Uploads Play all

    This item has been hidden
to add this to Watch Later

Add to

Loading playlists...