Loading...

Spezia 1-3 Pro Vercelli 24/03/2013 2012-13 - 33°

2,275 views

Loading...

Loading...

Transcript

The interactive transcript could not be loaded.

Loading...

Loading...

Rating is available when the video has been rented.
This feature is not available right now. Please try again later.
Published on Mar 24, 2013

24/03/2013 Alberto Picco - La Spezia
Spezia: 42' - Antenucci Mirco
Pro Vercelli: 22' - Scavone Manuel, 71' - Cristiano Andrea, 90+4' - Iemmello Pietro

http://bit.ly/15Hj6uQ
http://www.acspezia.com/notizie/Tempo...
http://www.fcprovercelli.it/index.php...

LA PRO VINCE A SPEZIA E RIAPRE LA LOTTA SALVEZZA


Colpaccio della Pro Vercelli, che espugna il 'Picco' di La Spezia nell'anticipo delle 12.30 della 33/a giornata di Serie bwin ed intravede spiragli playout. La formazione di Braghin si impone 3-1 nella sfida salvezza inguaiando ulteriormente i liguri, partiti ad inizio stagione con ambizioni di promozione e scivolati gradualmente nei bassifondi di classifica. Dopo una gran partenza dei padroni di casa, sono i piemontesi a sbloccare il risultato, alla prima vera occasione. E' il 23' quando su una punizione battuta a sorpresa, Schiavone controlla in area e insacca sotto la traversa. Difesa ligure non impeccabile nell'occasione. Lo Spezia incassa il colpo e si butta alla ricerca del pareggio che trova al 42' con un gran destro di Antenucci.

Nella ripresa, i ritmi calano e le due squadre sembrano accontentarsi. Ma al 26' la Pro Vercelli trova il nuovo vantaggio: Euspei stoppa di petto per Cristiano, gran destro al volo a trafiggere Iacobucci. Dalle tribune del 'Picchi', piovono fischi nei confronti della squadra di Cagni, che subisce in pieno recupero il gol del ko. Al 49', sugli sviluppi di un contropiede, il nuovo entrato Iemmello anticipa l'uscita di Iacobucci e firma il definitivo 1-3. Grazie a questo successo la Pro Vercelli sale a 28 punti mentre lo Spezia resta fermo a quota 36.

http://bit.ly/14o3rVh

MENNEA, CORDOGLIO LEGA E MINUTO DI SILENZIO SUI CAMPI

Lo sport italiano è in lutto. E piange, commosso, Pietro Mennea, scomparso questa mattina in una clinica romana dopo una lunga malattia. Lo sprinter, medaglia d'oro ai Giochi Olimpici di Mosca 1980 sui 200 metri e detentore del record del mondo sulla distanza per oltre 16 anni, era nato a Barletta il 28 giugno 1952.

Il Presidente Malagò, appresa la notizia telefonicamente mentre era in viaggio verso Milano, ha deciso di annullare gli impegni istituzionali e di far rientro a Roma. Nel pomeriggio sarà allestita la camera ardente al CONI.

Il Presidente ha invitato le Federazioni Sportive Nazionali, le Discipline Sportive Associate e gli Enti di Promozione Sportiva a far osservare un minuto di silenzio in occasione di tutte le manifestazioni sportive, che si disputeranno in Italia da oggi e per tutto il fine settimana. Pertanto anche sui tutti i campi della Serie bwin sabato e domenica, in occasione della 12a giornata di ritorno, verrà ricordato il campione olimpico.

Pietro Mennea è stato ricordato anche dal presidentedella LegaSerie B Andrea Abodi questa mattina durante il convegno "LoSport cambia la città, Etica nello sport",organizzato daEsicert nella Sala Montanelli presso la Gazzetta dello Sport: "Noisiamostraordinari oratori per ricordare persone di valore che vengono amancare, ma troppo spesso cene dimentichiamoquando sono fra noi. Pietro Mennea è stato e resterà un Esempio diuomo, di sportivo e di professionista, forse per questo troppoimpegnativo e, quindi, mai coinvolto a livello istituzionale, sportivoe non. Unapersona, oltre che un atleta fantastico, di straordinaria intelligenzae sensibilità, al disopra della media di quanto noi dirigenti sportivi sappiamo esprimere".

http://bit.ly/169akYA

  • Category

  • License

    • Standard YouTube License

Loading...

When autoplay is enabled, a suggested video will automatically play next.

Up next


to add this to Watch Later

Add to

Loading playlists...