Loading...

La canzone del bambino nel vento (Auschwitz)

376,205 views

Loading...

Loading...

Loading...

Rating is available when the video has been rented.
This feature is not available right now. Please try again later.
Published on Feb 1, 2010

LA CANZONE DEL BAMBINO NEL VENTO (AUSCHWITZ)

"Son morto con altri cento,
son morto ch' ero bambino,
passato per il camino
e adesso sono nel vento
e adesso sono nel vento....
Ad Auschwitz c'era la neve,
il fumo saliva lento
nel freddo giorno d' inverno
e adesso sono nel vento,
adesso sono nel vento...
Ad Auschwitz tante persone,
ma un solo grande silenzio:
è strano non riesco ancora
a sorridere qui nel vento,
a sorridere qui nel vento...
Io chiedo
come può un uomo
uccidere un suo fratello
eppure siamo a milioni
in polvere qui nel vento,
in polvere qui nel vento...
Ancora tuona il cannone,
ancora non è contento
di sangue la belva umana
e ancora ci porta il vento
e ancora ci porta il vento...
Io chiedo
quando sarà
che l' uomo
potrà imparare
a vivere senza ammazzare
e il vento si poserà
e il vento si poserà...
Io chiedo
quando sarà
che l' uomo
potrà imparare
a vivere senza ammazzare
e il vento si poserà
e il vento si poserà
e il vento si poserà..."

...canzone dei Nomadi che mi ha colpito profondamente fin dalla prima volta che l'ho ascoltata...ed ogni volta che ad un concerto viene riproposta è sempre una forte emozione.
Le sofferenze che molte persone in questi campi di sterminio hanno vissuto fisicamente e moralmente non sono neanche immaginabili...una vergognosa pagina della storia dell'umanità che non potrà mai essere cancellata.
Ricordo i racconti di mio nonno...tornato dopo anni di prigionia in un campo in Russia...uno dei pochi ad essere sopravvissuto...e solo ascoltandolo ho appreso veramente quello che sulle foto in bianco e nero dei libri di storia,veniva mostrato...e distrattamente sfogliavo durante le lezioni a scuola.
Mi piacerebbe che un giorno si potesse vivere in un mondo senza più odio tra i popoli...solo dimenticando i torti subiti nel passato e perdonando...e solo facendo ammenda delle proprie colpe...si potranno gettare le basi per un futuro di armonia...ma so che il mio è e rimarrà solo un sogno.

LETTERA ALLA MADRE
frammento

"...Fili elettrici, alti e doppi,
non ti lasceranno mai più rivedere tua figlia, Mamma.
Non credere alle mie lettere censurate,
ben diversa è la verità; ma non piangere, Mamma.

E se vuoi seguire le tracce di tua figlia
non chiedere a nessuno, non bussare a nessuna porta:
cerca le ceneri nei campi di Auschwitz,
le troverai lì. Ma non piangere — qui cè già troppa amarezza.

E se vuoi scoprire le tracce di tua figlia
cerca le ceneri nei campi di Birkenau:
saranno lì — Cerca, cerca le ceneri
nei campi di Auschwitz, nei boschi di Birkenau.

Cerca le ceneri, Mamma — io sarò lì!..."

Monika Dombke, Birkenau, 1943


"...Vorrei andare sola
dove c´è un´altra gente migliore
in qualche posto sconosciuto
dove nessuno più uccide.
Ma forse ci andremo in tanti
verso questo sogno,
in mille forse
e perché non subito?..."

Alena Synkovà

Loading...

to add this to Watch Later

Add to

Loading playlists...