Loading...

La "Legge di attrazione" secondo Energia in movimento - 13 novembre 2013 - Carlo Renzi

Loading...

Loading...

Transcript

The interactive transcript could not be loaded.

Loading...

Rating is available when the video has been rented.
This feature is not available right now. Please try again later.
Streamed live on Nov 13, 2013

Poco fa, pensavo ad una cosa, un'idea, un concetto, una tecnica che in questo periodo sta andando abbastanza di moda, di moda nel senso che ogni tanto incappo in qualcosa che ne parla: la legge di attrazione.
La legge di attrazione, bello, puoi attrarre nella tua vita quello che desideri, e che c'è di più bello?
Però bisogna capirlo questo concetto, come faccio? Ci sono quelli che lo spiegano.
Il concetto è abbastanza semplice, tu vuoi ottenere qualcosa, superare l'esame, ti metti nell'atteggiamento interiore, emotivo, di averlo superato, quindi credi la situazione interiore ed emotiva poi la vita farà in modo di attrarre verso di te quell'evento, cioè lavori praticamente al contrario.
È interessante ma per capirlo meglio facciamo riferimento a qualcosa che è più vicina alla nostra pratica, quanto nella nostra esistenza e nella esistenza dei pazienti, abbiamo applicato una legge di attrazione per ammalarci.
Noi siamo talmente perversi che riusciamo ad attirare cose che non vogliamo nella nostra vita.
Se riflettiamo su questo e cerchiamo di capire, di ricordare come era il nostro atteggiamento interiore quando siamo riusciti ad attirarci cose che non volevamo, lo tramutiamo in positivo e diventa la legge di attrazione per attrarre cose positive nella nostra vita.
Questa è la mia esperienza, sia di terapeuta che di essere umano, noi siamo mediamente abbastanza abili ad attirarci quello che non vogliamo, con lo stesso meccanismo possiamo attrarre ciò che vogliamo.
Questo è un mio modo per capire certe cose ragionando al contrario, cioè se io posso attirarmi il male posso anche attirarmi il bene.
È quello che ho detto spesso anche voi, io ho cominciato a credere nel malocchio quando mi sono reso conto che ero in grado di fare terapie a distanza. Allora se io sono in grado di fare del bene a qualcuno a distanza, sono in grado anche di fare del male.
Questo per dire come le esperienze hanno sempre due facce e si muovono con lo stesso meccanismo.
Con lo stesso meccanismo posso attrarre cose che desidero nella mia vita, con lo stesso meccanismo posso attrarre cose che apparentemente non desidero ma c'è una parte di me che le desidera altrimenti non arriverebbero, allora prima di inoltrarci nella legge di attrazione per attirare le cose buone, cominciamo ad imparare a non attirare quelle che ci fanno male, cominciamo ad imparare a non attirarci le malattie, le angosce, le preoccupazioni, perché la preoccupazione è legge di attrazione.
Se mi preoccupo per qualcosa creo uno stato d'animo come se quel qualcosa fosse già accaduto e rischio di attirarlo.
Per fortuna non funziona sempre, altrimenti saremmo tutti morti, non funziona sempre nell'attirarci il male e non funziona sempre nell'attirarci il bene.
Si dice che Gesù parlava della legge di attrazione, diceva: "quando voi chiedete qualcosa siate sicuri che sia già vostra". Considerando che Gesù è venuto un po' prima, forse chi parla oggi di legge di attrazione sta parlando di Gesù, forse è il contrario, non mischiamo le cose.
Probabilmente chi parla di legge di attrazione si è ispirato a quello, non è che Gesù abbia parlato di legge di attrazione e di fisica quantistica, perché si dice anche questo, no, è la fisica quantistica che ha appreso dai maestri.
Alla base di questo, per attirarci il bene, c'è quello che viene chiamato e, raramente capito, il pensiero positivo.
Il pensiero positivo non è l'ottimismo, se uno pensa che una cosa andrà bene, quello è ottimismo, è sempre meglio del pessimismo, ma non è pensiero positivo.
Il pensiero positivo è a un livello molto diverso e, per me, è molto più elevato.
Il pensiero positivo è dire: "accadrà quello che è giusto che accada nella mia vita".
Pensare positivo non è - supererò l'esame - ma è - comunque vada andrà bene per me, comunque vada è un insegnamento, comunque vada avrò fatto un passo avanti nella mia vita -, questo è pensare positivo.

Continua a leggere su www.energiainmovimento.it

Loading...


to add this to Watch Later

Add to

Loading playlists...