Loading...

Trevi nel Lazio (Fr) - Cascata Comunacque in primavera con una irruenta portata di acqua

2,834 views

Loading...

Loading...

Loading...

Rating is available when the video has been rented.
This feature is not available right now. Please try again later.
Published on May 17, 2011

Trevi nel Lazio is a town and comune of the province of Frosinone in the Italian region of Lazio in the upper valley of the Aniene river. It is 17 km by road NE of Fiuggi and 23 km by road SE of Subiaco, the nearest larger towns.
The Aniene River is a 98 km river in Lazio, Italy. It flows down from the mountains at Trevi nel Lazio and goes westward past Subiaco, Vicovaro, and Tivoli into the Tiber. In antiquity, most of the Roman aqueducts had their sources either from the Aniene or from streams flowing into it.
The Monti Simbruini are a mountain range in central Italy, part of Apennines, on the border between the Lazio and Abruzzo regions. They border with the Monti Cantari and the Ciociaria.The name derives from the Latin sub imbribus ("under the rain"). They are also popularly known as "Rome's Alps". The highest peak is the Monte Cotento (2,015 m).The River Aniene has its source within in the range.
The Regional Park of the Monti Simbruini was founded on January 29, 1983. It includes also the Monti Cantari, with an area of 300 square kilometres including the comuni of Camerata Nuova, Cervara di Roma (Campaegli), Filettino, Jenne, Subiaco (Monte Livata), Trevi nel Lazio and Vallepietra.

Trevi nel Lazio è un comune di 1.776 abitanti della provincia di Frosinone.
Si trova nell'alta valle del fiume Aniene che qui forma le caratteristiche Cascate di Trevi. Uno dei luoghi d'interesse storico-culturale del comune è senz'altro il Castello Cajetani (XI secolo), situato sul punto più alto della cittadina, che svetta nella valle circostante, rendendo Trevi nel Lazio facilmente riconoscibile anche dai paesi limitrofi
Poco prima della confluenza con il Simbrivio, l'Aniene forma le caratteristiche Cascate di Trevi.La località "Comunacque" prende il nome dalla confluenza del Simbrivio e dell'Aniene "Ad communes aquas",da qui partiva anche l'antico acquedotto romano dell'acqua marcia nel 146 A.C.
Il Parco Naturale Regionale dei Monti Simbruini - Si estende per circa 30.000 ettari, compreso fra la valle dell'Aniene ad ovest - nord ovest, quella del Sacco a sud ovest e il confine abruzzesa e est (monti Simbruini d'Abruzzo e monti Carseolani) ed i monti Ernici a sud-est. E' una tipica area protetta dalla montagna appenninica: cime che raggiungono i duemila metri, estese faggete, ampi pianori carsici, ricchezze d'acque sorgive ("sub imbribus", sotto le pioggie), caratterizzata al suo interno da piccoli centri abitati (i sette comuni del Parco) ricchi di testimonianze storico-artistiche a volte millenarie, come ad esempio i monasteri benedettini di Subiaco ed il Santuario della SS. Trinità a Vallepietra. La fauna annovera tutte le specie tipiche dell'Appenino: dall' orso Marsicano, da tempo segnalato in varie zone del parco, al falco Pellegrino, presente un po' ovunque, fino a recentissimi e graditi ritorni come quello del capriolo.
Ricchissima la vegetazione: circa il 75% del territorio è coperto da boschi, mentre nei grandi pianori si manifestano in primavera bellissime fioriture di innumerevoli specie di fiori e di splendide orchidee.

Loading...

When autoplay is enabled, a suggested video will automatically play next.

Up next


to add this to Watch Later

Add to

Loading playlists...