Loading...

Oltre i confini (flute-piano live) - Raffaele Montanaro

129 views

Loading...

Loading...

Loading...

Rating is available when the video has been rented.
This feature is not available right now. Please try again later.
Published on Jun 23, 2012

Rotary International Official Logo from "Au delà des Frontières" 1990, and I.M.A.F (International Martial Arts Federation) Official Anthem - Music composed and performed by Raffaele Montanaro - Flute: Aldo Maccario - Rec.: David Castelnuovo - Live Concert at St.Giulia Church - Torino - 19 Avril 1988 - Musica Copyright S.I.A.E. Italy.

MUSICA A TORINO
Di Mauro Bianco Levren. Martedì 19 Aprile si è tenuto nella Chiesa di S. Giulia un applaudito recital del pianista Raffaele Montanaro, affiancato in alcuni brani dal flautista Aldo Maccario. Non è mai facile riportare per iscritto ciò che è musica, data la complessità di fattori, di interazioni che tale termine implica tacitamente, e ancor meno in questo caso. La serata difatti prevedeva l'esecuzione di composizioni originali dello stesso M° Montanaro, alcune ideate da quel "nulla" -- che poi nulla non è -- dal quale la creatività trae la sua ispirazione e altre basate su celebri pagine di R. Wagner, in forma di parafrasi. Difficile dunque dare un giudizio obiettivo quando più che di fronte ad una "normale" esibizione ci si trova a tu per tu con un artista che è interprete di se stesso. Se questa era cosa usuale in passato, non lo è di certo più oggi, dove la divaricazione tra compositore ed interprete è netta, marcata. La personalità del M° Montanaro poi è intensa e partecipe di ogni sfumatura lungo lo svolgersi dei brani e -- come gli artisti dell'ottocento -- egli si dà e non si dà al suo pubblico, in un gioco insieme rarefatto e istintuale. Il lato tecnico è buono e l'espressività si poggia direi tranquillamente su questo fattore, e se un appunto (sempre doveroso) si può muovere, è che la sonorità generale fra i vari brani risulta un poco troppo uniforme (soggetti diversi richiederebbero più diversità timbrica e studio dei coloriti). Puro spirito artistico -- come oggi è raro trovare, in un'epoca di superficiali -- Raffaele Montanaro ha eseguito diverse composizioni fra cui "Notturno", "Nostalgia, "Cerchi d'acqua" e "Improvvisazione in fa maggiore" per pianoforte solo, e altre ancora in duo con il flauto ("Tunnel" e "Rugiada"). Di tutte si potrebbe fare un'attenta analisi formale, ma ciò che maggiormente colpisce è la tensione sotterranea che lega le sue creazioni, come se egli non potesse farne a meno. Ma tale carica abbisogna di uno sfogo naturale, ed ecco che -- del tutto inaspettate -- giungono a sprazzi delle modulazioni improvvise che concorrono a creare con gli altri fattori espressivi, quella che potremmo chiamare "l'ossatura" delle composizioni di Raffaele Montanaro. Tutte le sue musiche sono di spiccato sapore neo-romantico e hanno il potere di riportarci ora in uno di quei salotti musicali ormai perduti nel lontano secolo scorso e alla presenza di una personalità fiera e nobile, mesta e sentimentale, artisticamente umana. Un bravo anche al flautista Aldo Maccario che ha saputo entrare con delicatezza nel personale e friabilissimo mondo musicale dell'autore.

Dal: "Notiziario Tecnico Professionale dell' ACCADEMIA DELLA CHITARRA CLASSICA"
Milano - N. 73 -- 1988

  • Category

  • License

    • Standard YouTube License

Loading...

When autoplay is enabled, a suggested video will automatically play next.

Up next


to add this to Watch Later

Add to

Loading playlists...