Loading...

Domodossola

22,011 views

Loading...

Loading...

Transcript

The interactive transcript could not be loaded.

Loading...

Loading...

Rating is available when the video has been rented.
This feature is not available right now. Please try again later.
Published on Mar 27, 2009

Domodossola è una vivace cittadina situata nel cuore dellOssola. Adagiata nel fondovalle del fiume Toce, alle falde dello storico colle di Mattarella e delle colline di Vagna, il suo centro storico conserva
ancora tutto il sapore medioevale. Centro delle valli ossolane e delle strade convergenti da ogni direzione, è luogo di passaggio frequentatissimo da italiani e stranieri e meta di numerosi turisti e villeggianti. La sua economia è basata principalmente sul terziario con una prevalenza di attività commerciali e artigianali. Fiorente anche il settore turistico, mentre non manca qualche industria.
Le origini della città sono antichissime: lantica Oscella fu fondata in epoca preromana dai Leponzi e per primo la citò il geografo greco del II secolo Tolomeo, che lassegnò quale capitale dei Leponzi. Secondo la tradizione nel 917 Berengario I, re dItalia e successivamente imperatore
del Sacro Romano Impero, concesse a Domodossola il mercato settimanale, che si tiene ancora oggi nel centro della città e che richiama visitatori anche dal vicino Vallese. Tra gli episodi più significativi della storia di Domodossola, quello più noto è sicuramente lesperimento di autogoverno conosciuto come La Repubblica dellOssola. Nata nel settembre 1944, in piena occupazione tedesca, la Repubblica dellOssola, o territorio liberato, comprese tutta lOssola sino a Mergozzo e Ornavasso.
Unaltra pagina di storia, che segnò il destino di Domodossola e del suo territorio, è quella relativa allapertura del Traforo del Sempione. Alla presenza del Re dItalia, Vittorio Emanuele III e del Presidente della Confederazione Elvetica, nel 1906 veniva infatti inaugurata la prima galleria del Traforo Ferroviario del Sempione. Quella del Sempione è stata, sin dal tempo dei Romani, unimportante via di comunicazione per commercio e spedizioni militari fra la Pianura Padana e lalto Rodano. Il primo passaggio documentato del Sempione risale al 1254 quando, nel mese di febbraio, vi transitò l'arcivescovo Odo di Rouen, in viaggio per Roma.
Fu però Napoleone a portare agli accordi della Francia e della Repubblica Cisalpina con il Vallese per la costruzione di una vera strada fra i laghi di Ginevra e Maggiore attraverso la valle del Rodano ed il Sempione: lopera fu completata nel 1805.
Lapertura del traforo del Sempione, nel 1906, fu celebrata come una vittoria dellumanità. Le ricadute economiche e sociali determinarono lo sviluppo dellintero territorio attraversato dalla linea del Sempione, e ancora oggi il suo ruolo è di primaria importanza, tanto da venire considerato la porta del Mediterraneo sullEuropa per il passaggio di merci e passeggeri.
Domodossola è una cittadina ricca di monumenti, eleganti palazzi e testimonianze del suo passato. La Piazza del Mercato, cuore della città, è un piccolo gioiello di architettura rinascimentale con i suoi portici quattrocenteschi che sostengono case padronali del XV-XVI secolo, scenograficamente perfetta nella sua asimmetria. In prossimità della piazza il quartiere Motta, uno dei più antichi della città: Motta è un toponimo che ricorda laccumulo di ghiaia e sassi riversato dal torrente Bogna durante le piene del Cinquecento. Centro del quartiere la gradevole piazza Fontana dominata da una fontana ottagonale con obelisco del 1844. Costruita fra il 1792 e il 1798 su disegno dellarchitetto Matteo Zucchi, la Chiesa dellInsigne Collegiata dedicata ai Santi Gervasio e Protasio, è a tre navate con sei cappelle e un pregevole altare maggiore in marmi policromi. Palazzo Silva è una delle più belle costruzioni gentilizie del Rinascimento della regione subalpina, tanto da meritare liscrizione fra i Monumenti Nazionali.

Loading...

to add this to Watch Later

Add to

Loading playlists...