Loading...

Caserta - Real Sito di Carditello, tra abbandono e razzie. Una vergogna tutta italiana - 1Parte

5,666 views

Loading...

Loading...

Loading...

Rating is available when the video has been rented.
This feature is not available right now. Please try again later.
Uploaded on Nov 28, 2011

http://www.pupia.tv - Caserta - Real Sito di Carditello, tra abbandono e razzie. Una vergogna tutta italiana - 1Parte. La Reggia di Carditello fa parte dei 22 siti della dinastia reale dei Borbone in Terra di Lavoro, l'attuale provincia di Caserta, insieme al Palazzo Reale di Napoli, alla Reggia di Capodimonte, alla Reggia di Caserta e al Palazzo d'Avalos nell'isola di Procida.
Il nome deriva da "Carduetum, cardueti - cardito, carditello", ovvero "luogo piantato a cardi", perché il luogo si presentava disseminato, appunto, della pianta di cardo, tanto da formare una barriera per chi voleva inoltrarsi a piedi o a cavallo. Costruito dall'architetto Francesco Collecini, allievo e collaboratore di Luigi Vanvitelli, e situato a circa quattro chilometri ad ovest al centro abitato San Tammaro, a metà strada tra Napoli e Caserta, Carditello è un complesso architettonico sobrio ed elegante di stile neoclassico, destinato da Carlo di Borbone (1716-1788) a luogo per la caccia e l'allevamento di cavalli, poi trasformato, per volontà di Ferdinando IV di Borbone (1751-1752), in una fattoria modello per la coltivazione del grano e l'allevamento di razze pregiate di cavalli e bovini. Non un semplice luogo di "svago" per i reali, dunque, ma vera espressione di imprenditoria ispirata dalle idee illuministiche che caratterizzavano quei tempi.............. (25.11.11)

continua:http://www.pupia.tv/campania/notizie/...

Loading...


to add this to Watch Later

Add to

Loading playlists...