Loading...

'Ndrangheta, 24 arresti a Crotone e politici corrotti

44,689 views

Loading...

Loading...

Loading...

Rating is available when the video has been rented.
This feature is not available right now. Please try again later.
Published on Nov 25, 2008

La cosca emergente dei "papaniciari, a Crotone, voleva conquistare, a tutti i costi, il controllo di tutte le attivita' illecite sul territorio. Per questo la Procura distrettuale antimafia ha deciso di disarticolare all'origine il clan, con l'emissione di 24 ordinanze di fermo. Venti persone sono state fermate nel corso della scorsa notte, mentre altre quattro sono riuscite a sfuggire alla cattura. I fermati, tutti residenti a Crotone ed in alcuni centri della provincia, sono Roberto Bartolotta, 44 anni; Domenico Berlingeri, 39 anni; Martino Cariati, 28 anni; Salvatore Carvelli, 37 anni; Luca Caterisano, 26 anni; Tommaso Ciliberto, 27 anni; Antonio Fazzolari, 28 anni; Giovanni Antonio Foresta, 28 anni; Pantaleone Foresta, 25 anni; Fortunato Giungato, 28 anni; Ernesto Grande Aracri, 38 anni; Angelo Greco, 43 anni; Andrea Gullo, 20 anni; Vito Mazzei, 32 anni; Fabio Pace, 24 anni; Giacomo Pacenza, 40 anni; Salvatore Pettinato, 31 anni; Antonio Francesco Russelli, 36 anni; Pasquale Scarriglia, 30 anni; Domenico Viola, 44 anni. I ricercati sono Francesco Monti, Guerino Megna, Orlando Genovese ed Alfonso Carvelli.
Gli agenti hanno effettuato anche perquisizioni nei confronti di politici, imprenditori e dipendenti pubblici, poiché al centro delle indagini vi sono presunte infiltrazioni delle cosche negli enti locali, in riferimento al progetto relativo alla costruzione del centro turistico denominato Europaradiso. Si tratta del direttore generale del Ministero dellambiente Aldo Cosentino; del capo di gabinetto dello stesso dicastero Emilio Brogi e di Riccardo Menghi, funzionario della comunità europea, mentre tra i politici spiccano i nomi di Armando Riganello, ex reggente del comune di Crotone, Francesco Antonio Sulla, ex direttore generale dello stesso comune, Giuseppe Mercurio, presidente del consiglio comunale di Crotone, e Francesco Roberto Salerno, attualmente presidente della Camera di Commercio di Crotone. Le accuse ipotizzate sono, a vario titolo, di concorso esterno in associazione mafiosa e corruzione aggravata dalla modalità mafiosa.
*******************
PERQUISIZIONI - Oltre ai fermi gli agenti della Polizia di stato hanno perquisito le abitazioni dell'ex direttore generale del Comune di Crotone, Francesco Antonio Sulla; del capogruppo del Pd in consiglio comunale, Giuseppe Mercurio; dell'architetto del comune, Gaetano Stabile; dell'agente immobiliare, Romano Rocco Enrizo; dell'ex vice sindaco, Armando Riganello (An); del presidente della Camera di commercio, Fortunato Roberto Salerno; del capo di gabinetto del Ministero dell'Ambiente, Emilio Brogi; del direttore generale del Ministero dell'Ambiente, Aldo Cosentino; e di un funzionario dell'Unione Europea, Riccardo Menghi.

Loading...

When autoplay is enabled, a suggested video will automatically play next.

Up next


to add this to Watch Later

Add to

Loading playlists...