Loading...

Segrè e la Bomba Atomica (parte 1/2)

15,004 views

Loading...

Loading...

Transcript

The interactive transcript could not be loaded.

Loading...

Rating is available when the video has been rented.
This feature is not available right now. Please try again later.
Published on Apr 26, 2009

Tratto da "Questo secolo - 1943 e dintorni" di Enzo Biagi (1983).

Storica intervista di Enzo Biagi a Emilio Segrè, uno dei più grandi scienziati ed intellettuali italiani del secolo scorso, a 20 anni esatti dalla scomparsa di quest'ultimo; una piccola perla di Storia della Scienza. Nell'intervista Segrè ripercorre le tappe salienti della sua storia professionale, ricordando in particolare le ricerche effettuate a Los Alamos che portarono alla realizzazione della prima bomba atomica.

Emilio Segrè ha fatto parte del gruppo di via Panisperna, diretto da Enrico Fermi. Successivamente diresse l'Istituto di Fisica dell'Università di Palermo dove scoprì, nel 1937, il Tecnezio, un elemento radioattivo non presente in natura. Successivamente, nel 1938 emigrò negli Stati Uniti in seguito alla proclamazione delle leggi razziali.

Lavorò a Berkley, in California, dove scoprì l'Astato, un altro elemento radioattivo, ed a Los Alamos, dove collaborò alla realizzazione della prima bomba atomica (progetto Manhattan). A Los Alamos mise a punto le tecniche di produzione del Plutonio 239, con cui fu realizzata la bomba di Nagasaki (quella di Hiroshima era invece ad uranio).

La sua scoperta più importante fu però quella dell'Antiprotone (protone con carica negativa anzichè positiva) per cui ricevette il Premio Nobel nel 1959. Nel 1974 tornò a Roma dove ricoprì la cattedra di Fisica Nucleare fino alla morte, avvenuta il 22 Aprile 1989 per attacco cardiaco, all'età di 84 anni.

Loading...

When autoplay is enabled, a suggested video will automatically play next.

Up next


to add this to Watch Later

Add to

Loading playlists...