Loading...

Berlusconi ride sull'olocausto degli ebrei ma non quando va in Israele

18,160 views

Loading...

Loading...

Loading...

Rating is available when the video has been rented.
This feature is not available right now. Please try again later.
Published on Oct 1, 2010

facebook antiberlusconiano
http://www.facebook.com/pages/Vittori...

ROMA - Il video girato a L'Aquila 1 prima del G8, con la barzelletta raccontata dal premier Berlusconi contro Rosy Bindi che si conclude con una bestemmia, pubblicato dal sito de l'Espresso, ha suscitato immediate reazioni, come anche l'attacco alla magistratura, pronunciato dal presidente del Consiglio all'uscita di Palazzo Grazioli la sera del 29 settembre in un altro video pubblicato da Repubblica.it 2.
"Penso che questa volta il Presidente del Consiglio prima che a me debba chiedere scusa a tutti i credenti di questo paese, alla Chiesa e quella stampa cattolica di cui ieri si è vantato di avere l'attenzione", ha detto Rosy Bindi, vicepresidente della Camera dei Deputati e presidente dell'Assemblea Nazionale del Pd, commentando l'episodio dell'Aquila. Parole di dura critica arrivano dal segretario del Partito Democratico, Pier Luigi Bersani: "Ancora una volta atti ed espressioni inaccettabili da parte del Presidente del Consiglio. È incredibile che una persona capace di simili volgarità possa governare un Paese come il nostro". Con lui è d'accordo il deputato del Pd Enrico Gasbarra: "È la conferma della doppia etica del presidente Berlusconi. Credo che, proprio colui che ama definirsi 'unto dal Signore' debba immediatamente chiedere scusa".
"L'Italia si vergogna". Solidali con Rosy Bindi gli esponenti dell'Italia dei Valori: "Berlusconi si vergogni. La barzelletta sull'onorevole Bindi, conclusa da una bestemmia, è indegna", ha detto il portavoce dell'Idv, Leoluca Orlando. "Alla collega parlamentare va tutta la nostra solidarietà. Il presidente del Consiglio dimostra per l'ennesima volta di non essere all'altezza dell'incarico che ricopre. È evidentemente ossessionato da una visione sessista e maschilista del mondo, ha una sola concezione della donna ed è cattolico solo a parole. L'Italia - conclude - si vergogna del suo presidente del Consiglio".

Di dichiarazioni 'inaccettabili', questa volta però facendo riferimento alle parole rivolte contro la magistratura, parla Anna Finocchiaro, presidente dei senatori del Pd: "Quelle sulla magistratura sono dichiarazioni inaccettabili e ci auguriamo che anche dalla maggioranza di governo vengano parole di critica alle affermazioni del premier - prosegue Finocchiaro - Il suo scarso rispetto per la democrazia parlamentare, per le istituzioni e per gli avversari politici emerge ancora una volta. Ritornano i toni soliti del Berlusconi da campagna elettorale, segno che nemmeno lui crede più nella tenuta del suo governo. Sotto il vestito buono che ha provato, a fatica, a indossare in parlamento per tenere buoni i suoi, c'è sempre il solito personaggio. Chi gli ha dato la fiducia ieri concorda con quanto Berlusconi afferma nel video?".

"Ebrei, magistrati, giornalisti....nel Bagaglino della politica, per Berlusconi ogni parola evoca odio. Se non si trattasse del capo del governo italiano si sarebbe da ridere", commenta Claudio Fava, coordinatore di Sinistra Ecologia Libertà. "C'è da chiedersi - conclude Fava - fino a quando a quest'uomo verranno lasciate in consegna le chiavi della nostra democrazia".
blog: http://guerrillaradio.iobloggo.com/

Loading...

to add this to Watch Later

Add to

Loading playlists...