Loading...

Il viaggio di una nube radioattiva: e così fu per Chernobyl

161,786 views

Loading...

Loading...

Rating is available when the video has been rented.
This feature is not available right now. Please try again later.
Published on Mar 22, 2011

VEDI ANCHE: "Fukushima vs pianeta Terra- Ipotesi di viaggio per la nube radioattiva (IRSN, Fr)"
Link: http://www.aglioecipolla.com/2011/03/...

(it) Incidente di Tchernobyl. Il viaggio della nube radioattiva sopra l'Europa, tra il 26 aprile e il 9 maggio 1986 / (fr) Accident de Tchernobyl. déplacement du nuage radioactif au dessus de l'Europe entre le 26 avril et le 9 mai 1986

Fonte/source: http://www.irsn.fr/FR/popup/Pages/tch...

22 marzo 2011 | 19.20 -- Fazio: "Nube in Italia? Nessun rischio per la salute" - "L'eventuale arrivo in Italia di correnti d'aria provenienti dal Giappone non presenta alcun rischio per la salute". Lo dichiara il ministro della Salute Ferruccio Fazio. "Se anche le correnti dovessero trasportare sull'Italia particelle radioattive provenienti dalla centrale di Fukushima -- spiega Fazio -- si tratterebbe comunque di quantita' infinitesimali, estremamente diluite, che oggi siamo in grado di rilevare grazie agli strumenti sofisticati di cui disponiamo, ma che non avrebbero alcun effetto sulla salute. Si tratterebbe infatti di valori bassissimi, largamente inferiori alle dosi di radioattività naturale".

22.03.2011 | 13.36 -- Ispra: "Nube attesa sull'Italia, ma nessun problema" - Gli effetti della nube radioattiva che si è sprigionata dalla centrale giapponese di Fukushima sono "attesi anche sull'Italia, prevediamo tra domani e dopodomani" ma "al momento non si rilevano assolutamente rischi per le popolazioni". Ad affermarlo è il responsabile del Servizio misure radiometriche del Dipartimento nucleare dell'Ispra, Giancarlo Torri. In Italia ad intercettare la nube "sono i sistemi della Rete nazionale di sorveglianza della radioattività, una rete che è sempre e comunque attiva su tutte le regioni italiane" spiega Torri, aggiungendo che "a stamattina non si rileva nessun segnale di incremento di radioattività né sull'Italia né sull'Europa". "Il valore della nube -- continua Torri -- dipende da quanto materiale radioattivo è uscito, da quanto sta in alto e da quali fenomeni di diluizione è influenzato". La dose attesa, prosegue Torri, "dovrebbe essere tra mille e 10mila volte meno di quella che arrivò dopo Chernobyl. Ci aspettiamo valori da 100 a 1.000 milionesimi di baquerel per metro cubo di aria".

http://www.ilfattoquotidiano.it/2011/...

Leggilo sul blog: http://www.aglioecipolla.com/2011/03/...

Loading...

When autoplay is enabled, a suggested video will automatically play next.

Up next


to add this to Watch Later

Add to

Loading playlists...