Loading...

NOVITA'** 2014** B E S T D A N C E NUOVO SINGOLO TORMENTONE 2014 producer dj lioj

211,940 views

Loading...

Loading...

Loading...

Rating is available when the video has been rented.
This feature is not available right now. Please try again later.
Published on Jan 23, 2012

mix and producer https://www.facebook.com/luca.lioj
singolo 2012.
alzate a pallaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaa...

L'Italia continua ad offrire quella che nel mondo viene chiamata "italodance". I protagonisti della scena rimangono quelli di fine millennio: gli Eiffel 65, da cui si staccherà Gabry Ponte e a seguire i Bloom 06, Gigi D'Agostino, Alex MC, Prezioso feat. Marvin, Molella, Erika, Billy More.
Altri artisti di rilievo tra il 2001 e il 2004 sono: Mash, M@d, Floorfilla e Dj Lhasa. La fine del 2004 ha portato un brusco cambiamento alle playlist e alle classifiche delle radio, in cui easy house ed electro-house cominciano a diffondersi a scapito dell'italodance e della techno sino ad ora in auge. Infatti dopo gli ultimi successi del filone precedente come "Memories" dei Promise Land primeggiano Tommy Vee con "Stay", Michael Gray con "The weekend", Axwell con "Feel the vibe", Mylo con "Drop the pressure", The house keepers con "Go down", remake della celebre canzone di Amanda Lear, dalle sonorità nettamente differenti.
Nel 2005 Bob Sinclar con il singolo house "Love generation", riesce a catturare l'attenzione in modo imponente. Il successo verrà replicato l'anno seguente con il singolo "World, hold on".
Nello stesso anno Madonna ritorna al genere ballabile che la rese famosa negli anni ottanta, ovvero la dance pop: con l'album interamente elettronico Confessions on a Dancefloor ottiene un enorme successo, ed i vari singoli Hung Up, Sorry, Get Together e Jump scalano le classifiche.
Anche Robbie Williams produce singoli che risultano essere un misto di generi club culture: i primi singoli sono "Rude box", "Love light" e "She's madonna".[senza fonte] A fine 2006 e per buona parte del 2007 Bob Sinclar riesce ancora a riportare l'attenzione sul genere dance ricampionando con base reggaeton "Gonna Make you Sweat (Everybody dance Now)" di C&C Music Factory (1990): si tratta di "Rock this party" che sarà seguito dal brano fotocopia "Sound of Freedom" anch'esso ricampionatura di un altro successo dance d'inizio anni 90, "Everybody's Free" di Rozalla (1991).
Anche uno dei rari successi estivi come "Relax (Take It Easy)" di Mika si rivelerà in realtà la ricampionatura di "I just died in your arms tonight" dei Cutting Crew successo pop del 1986. Anche se questi sono i dischi che più si ricordano di questi ultimi anni, nel filone eurodance ci sono comunque produzioni come "Depends on you" di Gabry Ponte, "Lonely" dei Deep Spirit, "California" dei Club Oriented, "Future Mind" di Roby Rossini, "Break one" dei Ghost Dj, "Vibe" di Provenzano Dj, "Melody of life" dei Gemini Station, "Eurofolk" degli Italian Deejay's, "Don't go" degli Starting rock. Tra il 2006 e il 2008 c'è comunque da segnalare l'impegno di artisti italiani nella promozione della dance: Danijay e Luca Zeta hanno entrambi prodotto 2 album e insieme hanno realizzato 3 volumi della compilation "Dance Passion", Ma.Bra ha confezionato diversi e.p., il cantautore dance pop gay Claudio Suriano, ed infine Gigi D'Agostino ha continuato a produrre dance parallelamente al lento violento, pubblicando il cd "Suono Libero".
Dal punto di vista radiofonico c'è stato come già detto un progressivo abbandono del genere verso la fine del 2004. La lombarda Discoradio il giovedì 30-11-2006 in una fascia oraria insolita (a tarda notte) ha mandato in onda l'ultima puntata del programma DDD con Marco Ravelli. Nell'occasione sono stati trasmessi alcuni dei successi più importanti dell'intero periodo 1990-2006; in concomitanza Marco Ravelli da l'addio all'emittente ed ha lasciato gli ascoltatori mandando in onda "Love Magic" di John Davis & the Monster Orchestra (il primo disco da lui trasmesso alla radio, come lui stesso afferma in quell'occasione). Qualche tempo dopo l'intera emittente Discoradio viene ceduta dal precedente proprietario ad un nuovo gruppo editoriale che ne stravolgerà nettamente il palinsesto. Attualmente Discoradio ha perso la connotazione di "radio legata al genere da discoteca" e trasmette musica pop di respiro internazionale. La Deejay Parade invece aveva già chiuso i battenti il 24 ottobre 2004.

Loading...

Advertisement
When autoplay is enabled, a suggested video will automatically play next.

Up next


to add this to Watch Later

Add to

Loading playlists...