Loading...

Baby Lydia

1,948 views

Loading...

Loading...

Transcript

The interactive transcript could not be loaded.

Loading...

Loading...

Rating is available when the video has been rented.
This feature is not available right now. Please try again later.
Published on May 27, 2012

Ieri pomeriggio ho visto "Baba Yaga" (Italia, 1973) che non ha deluso le mie aspettative: è proprio la boiata che m'immaginavo :D Trattasi d'un semi-horror demenziale che, essendo tratto dai fumetti erotici "Valentina" di Guido Crepax, è anche piuttosto spinto, soprattutto nell'edizione non censurata che reintegra alcune riprese più hot con porzioni di pellicola non restaurate. Vi sembrerà incredibile che io possa aver visto una cosa del genere! E in effetti è un film che non mi sarebbe venuto in mente di guardare nemmeno nel più assurdo dei miei sogni, ma ha un'interessantissima particolarità: nel title role troviamo la bella attrice Carroll Baker doppiata da Lydia Simoneschi! Chi mi segue sa che sono particolarmente fissato con l'età delle attrici doppiate da Lydia e qui sta la peculiarità: dal '65 (anche da prima, ma con meno regolarità) la Simoneschi doppiava esclusivamente vecchiette più o meno decrepite, mentre qui la Baker ha solo 42 anni e sinceramente ne dimostra anche meno (pensate che nella versione americana il personaggio si chiama babY yaga!). Per adeguarsi al bel viso di donna tutt'altro che anziana di Baba Yaga, la Lydia 65enne ingentilisce i toni in maniera miracolosa tradendo solo in pochi momenti un'età maggiore: ciò dà luogo ad una performance che avrebbe dovuto esser sbattuta in faccia a tutti quei direttori di doppiaggio che non si rendevano conto delle sue incredibili capacità attoriali e da 10 anni e più le facevano interpretare perennemente la nonnina con un piede nella fossa. Il resto del doppiaggio è caruccio, con Vittoria Febbi (che aveva doppiato la stessa Baker ne "La conquista del West"!!!) molto più seducente in voce di quanto non sia la bruttina Isabelle De Funès nel ruolo di Valentina, Pino Colizzi che fa recitare George Eastman in veneto, la sempre brava Flaminia Jandolo per Daniela Balzaretti (Romina), mentre altri si doppiano da soli con una fastidiosa intonazione milanese (il film è ambientato nel capoluogo lombardo). Tutto nella norma, ma è la Simoneschi la vera star di questo film, è lei l'unico motivo ultra-stra-validissimo per cui sorbirsi una pellicola di dubbissimo gusto e di nessuna utilità dove non v'è una sola ragazza che indossi il reggiseno sotto la maglietta.

EmeliusBisestile
www.youtube.com/EmeliusBisestile

Loading...

When autoplay is enabled, a suggested video will automatically play next.

Up next


to add this to Watch Later

Add to

Loading playlists...