YouTube home National Registration Day
Upload

Loading...

Bergamo: una borsa di studio per la ricerca di nuovi donatori di midollo osseo

202 views

Loading...

Loading...

Loading...

Rating is available when the video has been rented.
This feature is not available right now. Please try again later.
Published on Apr 5, 2012

Admo Lombardia aiuta in concreto la ricerca e la tipizzazione più approfondita dei donatori di midollo osseo finanziando una borsa di studio proprio a Bergamo. Una nuova biologa affiancherà quindi il personale del reparto di immunoematologia degli Ospedali Riuniti di Bergamo (futuro Giovanni XXIII). Nel servizio, Benedetta Contardi intervista la dott.ssa Anna Falanga, direttrice Immunoematologia Ospedali Riuniti di Bergamo (futuro Ospedale Giovanni XXIII).
Benedetta (Betta) Contardi: «Uno su centomila: è questa la percentuale di compatibilità nei trapianti di midollo osseo. Per aumentare questa probabilità, è necessario riqualificare i donatori. Queste decisioni però, determinano un aumento di attività e di risorse da parte di tutti i registri regionali dei centri donatori, non sempre supportati da opportuni finanziamenti. L'Associazione Donatori Midollo Osseo - Admo -- con l'appoggio di sponsor sensibili, ha finanziato con una borsa di studio all'immunoematologia degli Ospedali Riuniti di Bergamo (futuro Ospedale Giovanni XXIII - Bergamo) per riqualificare geneticamente coloro che sono stati tipizzati soltanto parzialmente».
Dott.ssa Anna Falanga, direttrice Immunoematologia Ospedali Riuniti di Bergamo: «Questo è un laboratorio che lavora da anni ed è impegnato nella tipizzazione nella tipizzazione dei donatori, perché non basta essere donatore ma bisogna anche sapere come sono fatte le tue cellule come è il cosiddetto tuo fenotipo e genotipo, in modo da capire con chi in futuro potrai essere compatibile. Questo aiuto con una borsa di studio per una biologa che sicuramente potrà incrementare l'attività che noi possiamo fare per l'attività trapiantologica in generale e quindi per incrementare l'attività con i donatori in particolare e quindi Bergamo. Voglio anche ringraziare il presidente Admo, Carmelo Scalmato, con cui abbiamo avuto ed abbiamo un'ottima collaborazione, una persona veramente molto attiva in questo senso e che è stata anche fonte di entusiasmo per cui continuiamo e speriamo di continuare in questo senso».
Benedetta (Betta) Contardi: «Admo dunque è sempre impegnata a promuovere e a divulgare il messaggio della cultura della donazione, intesa come solidarietà della vita e consolidamento dei legami civili e, fondamentale, affinché venga garantita a tutti la possibilità di accedere ad un adeguato trattamento terapeutico».

Dott.ssa Anna Falanga, direttrice Immunoematologia Ospedali Riuniti di Bergamo: «Nel momento in cui si decide che un domani si è disponibile a fare la donazione, quello che si fa in un primo momento è soltanto offrire un piccolo campione di sangue per vedere se si è idonei, per vedere com'è la propria fisionomia dal punto di vista cellulare e mettere a disposizione questi dati in una banca, per cui è soltanto questo. La banca si chiama IBMDR - Italian Bone Marrow Donor Registry (Registro Italiano Donatori Midollo osseo) - ed è un registro che qui in Italia è gestito a Genova e quindi tutti questi dati vengono inseriti in questa banca. Al momento è solo quello».

Loading...

When autoplay is enabled, a suggested video will automatically play next.

Up next


to add this to Watch Later

Add to

Loading playlists...