Loading...

Il clima del passato e il clima del futuro

159 views

Loading...

Loading...

Transcript

The interactive transcript could not be loaded.

Loading...

Rating is available when the video has been rented.
This feature is not available right now. Please try again later.
Streamed live on Apr 2, 2019

Martedì 2 aprile 2019 ore 21: 00

SMS di Rifredi

Via Vittorio Emanuele II 303, Firenze

Caffè-Scienza

"Il clima del passato e il clima del futuro"

con

Bernardo Gozzini – Consorzio LAMMA

Aldo Piombino – Dipartimento di Scienze della Terra, Università di Firenze

Modera:

Valentina Grasso – IBIMET – Istituto di Biometeorologia, CNR

L’unica costante del clima terrestre è stato ... il cambiamento. Basti pensare che 3 milioni di anni fa senza la calotta polare artica una buona parte dell’Italia era sotto il livello del mare mentre, al contrario, a causa dell’ultima glaciazione fino a meno di 12.000 anni fa le Alpi, come tutta la Scandinavia erano coperte dai ghiacciai come ancora oggi è la Groenlandia e la calotta polare si estendeva in Europa fino all'Inghilterra e Germania settentrionale, in Nord America all'area di New York. E mentre nei primi secoli del II millennio il clima era caldo, tra il XIV e il XIX secolo la durante la Piccola Era Glaciale i ghiacciai alpini erano avanzati in tutta la catena. Molte sono le cause che, nel lungo passato del nostro pianeta, ne hanno modificato il clima: variazioni dell’attività solare e dei parametri dell’orbita terrestre, i movimenti dei continenti e i conseguenti cambiamenti della loro disposizione, e soprattutto, le variazioni del tenore atmosferico di gas – serra, che dipendono dal gioco fra le emissioni dei vulcani e il consumo di CO2 da parte del sistema – Terra. Oggi l’umanità, con le emissioni di gas-serra dovute al massiccio impiego dei combustibili fossili sta aggiungendo un forte elemento disturbatore del ciclo naturale, le cui complesse conseguenze rappresentano una sfida per l’Umanità a causa dell’aumento delle temperature, delle modifiche nel regime delle piogge e dell’innalzamento del livello marino, tutti fattori che influenzano e influenzeranno sempre di più la produzione di cibo e la disponibilità di acqua dolce. Purtroppo il dibattito sull’argomento nell’opinione pubblica è largamente influenzato dalle ideologie e molte persone, specialmente al di fuori dell’ambiente scientifico (ma non solo), negano il coinvolgimento dell’umanità nel riscaldamento globale o addirittura la sua esistenza tout-court. Inoltre non a tutti è chiaro che al momento ci siano due trend di riscaldamento, uno naturale e uno antropico, per cui chi vuole trovare delle tracce di cause naturali le trova, ma le trova anche chi ne cerca di antropiche. In questo Caffè-Scienza, Aldo Piombino, geologo, blogger scientifico e collaboratore scientifico del Dipartimento di Scienze della Terra dell’Università di Firenze ci parlerà di come il clima terrestre sia sempre stato influenzato dal tenore atmosferico di gas-serra e Bernardo Gozzini, direttore scientifico del consorzio LAMMA ci parlerà dei modelli e delle previsioni per il futuro.
Modererà l’incontro Valentina Grasso, Ricercatrice del CNR Ibimet, che si occupa specificamente di comunicazione e percezione del cambiamento del clima e della sostenibilità ambientale


Caffè-Scienza Firenze www.caffescienza.it/programma-2018-2019/clima

Loading...


to add this to Watch Later

Add to

Loading playlists...