Loading...

L'altra Scampia, la storia di Davide Zazzaro: ristrutturare una Torre per riqualificare il quartiere

31,091 views

Loading...

Loading...

Transcript

The interactive transcript could not be loaded.

Loading...

Loading...

Rating is available when the video has been rented.
This feature is not available right now. Please try again later.
Published on Oct 7, 2012

Davide Zazzaro ha vent'anni e vive nella Torre Veronica di Scampia, un enorme palazzone di cemento grigio dove fino a quattro anni fa si spacciava a ogni ora del giorno e della notte. Oggi, dopo numerosi blitz, i pusher non entrano più nel palazzo, ma non per questo l'amministrazione comunale -oppure la Romeo Gestioni che ha in affidamento lo stabile di edilizia popolare pubblica- si è presa carico dei numerosi lavori di riqualificazione di cui necessita il palazzo. Addirittura, dopo i primi timidi interventi effettuati, la ditta che ha impermeabilizzato i solai -decrepiti a causa delle infiltrazioni di acqua- ha pensato bene di lasciare tutti i rifiuti e i materiali di risulta all'entrata della Torre. Né l'Asia, né nessun altro, hanno pensato di rimuoverli. Allora gli inquilini si sono rimboccati le maniche e con Davide in testa si sono messi a ripulire e riparare tutto, da soli. Hanno sistemato l'illuminazione della zona, anche se non quella interna al palazzo. Così, ti senti dire da un ragazzone enorme come Davide: "Io ho paura quando rincaso la sera, perché qui è tutto buio e non so mai chi posso trovarci nell'androne". La sicurezza di Scampia, presidiata da settimane da decine di agenti, è anche questo. "Erano case temporanee, dovevano durare pochi anni per i terremotati dell'Ottanta, invece sono ancora in piedi. E sono costruite tutte con l'amianto" confessa Davide. Gli ascensori non funzionano sempre, uno addirittura è fermo da quattro anni. "Molti disabili hanno dovuto cambiare casa, c'era un bambino che doveva fare terapie tutte le settimane e non poteva curarsi a causa dei continui guasti agli ascensori". Saliamo sul tetto dell'altissima Torre, dove un tempo le sentinelle si posizionavano per controllare tutta Scampia e urlare "Veronica" non appena una macchina della polizia compariva all'orizzonte, e parliamo della storia di Davide. Grazie al centro territoriale Mammut e all'incontro con "I figli del Bronx" di Gaetano Di Vaio, quello che era destinato a diventare l'ennesimo bullo disoccupato di una terra dimenticata, è oggi un attore, organizzatore, autore.

Loading...

Advertisement
When autoplay is enabled, a suggested video will automatically play next.

Up next


to add this to Watch Later

Add to

Loading playlists...