Upload

Loading...

Domenica a Rizziconi la Nazionale di calcio

1,903

Loading...

Loading...

Transcript

The interactive transcript could not be loaded.

Loading...

Loading...

Rating is available when the video has been rented.
This feature is not available right now. Please try again later.
Uploaded on Nov 8, 2011

ra un'amichevole e l'altra, la nazionale di calcio in Calabria
Domenica gli Azzurri a Rizziconi

Rizziconi (RC) - Ci sarà anche un impegno in Calabria nelle prossime due settimane per la Nazionale Azzurra di mister Prandelli, che farà a meno di Cassano, in convalescenza, e di Rossi. Tra le prossime amichevoli con Polonia (venerdì) e Uruguay (martedì), in vista degli Europei 2012, infatti la nazionale di Calcio sarà domenica prossima, 13 novembre, in visita in provincia di Reggio Calabria a Rizziconi, su un campo sorto in un terreno confiscato alla ndrangheta ed inaugurato per la seconda volta nel 2007 con una sfida tutta al sapore di legalità e solidarietà tra due squadre capitanate dal presidente di Libera Don Luigi Ciotti e dell'allora presidente della commissione antimafia Francesco Forgione. Gli azzurri a Rizzoconi su invito di Don Ciotti e di Libera. Invito cui hanno prontamente risposto positivamente e con entusiasmo il Presidente della Federcalcio, Giancarlo Abete ed il Ct Cesare Prandelli.

Una preziosa ventata di positività e di ottimismo per il comune pianigiano di 8000 abitanti attualmente alla quinta gestione commissariale in undici anni dopo le dimissioni di nove consiglieri comunali registratesi nei mesi scorsi ed il crollo dell'amministrazione Bartuccio. Al momento la gestione commissariale è retta dal prefetto Fabrizio Gallo e dai sub commissari Rita Ferrara e Salvatore Del Giglio. Ma torniamo alla storia di questo campetto, emblema di legalità.

La struttura e' stata realizzata nel 2003, su un terreno che venne confiscato al boss della 'ndrangheta Teodoro Crea, boss incontrastato del clan che dominava una vasta zona della Piana di Gioia Tauro, latitante fino al 3 luglio 2006. Erano suoi i due terreni sequestrati nel lontano 1994, confiscati definitivamente nel 2000, in pieno commissariamento per infiltrazioni mafiose per il comune di Rizziconi, e assegnati alla stessa amministrazione pianigiana nel 2002. Grazie all'impegno dei tre commissari Francesca Crea, Maria Laura Tortorella e Salvatore Fortuna, furono demolite alcune strutture in cemento che erano state realizzate sull'area e fu realizzato il campo. Dopo la realizzazione il campo fu gravemente danneggiato: non si gradiva evidentemente che attività di aggregazione fossero svolte lì. Nel 2007, dopo alcuni lavori di ristrutturazione, lo stesso fu nuovamente inaugurato.

Da allora la struttura è affidata all'associazione sportiva dilettantistica Rizziconese. Con mister Pasquale Naso decine sono i giovani che si allenano nella scuola calcio. Poi la proposta di don Ciotti subito accolta dal presidente della FIGC Grancarlo Abete di portare la nazionale su quel campo per un allenamento e in special modo per la diffusione di un forte messaggio di legalità, attraverso lo sport ed il ruolo centrale che esso stesso riveste anche e soprattutto nelle diverse comunità della Provincia. Tutto pronto quindi per accogliere gli azzurri a Rizziconi in occasione di questo evento rivolto agli appassionati di sport e legalità.

Anna Foti

  • Category

  • License

    • Standard YouTube License

Loading...

Advertisement
When autoplay is enabled, a suggested video will automatically play next.

Up Next


Sign in to add this to Watch Later

Add to