Loading...

Presidio Villalba e Villa Russo per la ricollocazione caricati e investiti

5,616 views

Loading...

Loading...

Loading...

Rating is available when the video has been rented.
This feature is not available right now. Please try again later.
Uploaded on Jul 5, 2011

5 luglio 2011 - Via Santa Lucia - Napoli - Giunta Regionale Campania. I lavoratori della sanità privata delle cliniche Villalba e Villa Russo iniziano in data 4 luglio il presidio permanente in Via santa Lucia in previsione dell'incontro che si terrà l'indomani con il commissario Morlacco per la ricollocazione e la riconferma della CIG passata dopo un anno e mezzo a 580 euro. Mentre le delegazioni delle OOSS erano all'incontro con il commissario Morlacco, esce dalla sede regionale l'auto di Caldoro (Commissario Sanità - defilato dalla trattativa dal primo momento), bloccata subitaneamente dai lavoratori, noncurante il Presidente della Regione Campania Caldoro, oltre a far caricare dalla Polizia i lavoratori, ingrana la marcia investendone uno. Oltre alle risposte per i lavoratori circa la ricollocazione e la riapprovazione della CIG si chiedano le dimissioni di Caldoro per l'inaccettabile atto commesso dallo stesso! Mario Zazzaro
Caldoro investe un gruppo di lavoratori con l'auto blu e li fa malmenare. Si dimetta. Comunicato stampa di Rossana Dettori, Segretario Generale Fp-Cgil Nazionale
"Il Presidente della Regione Campania, Stefano Caldoro, ha commesso un atto di una tale violenza da non essere conciliabile con la carica che ricopre. Investire con l'auto blu dei lavoratori della sanità in lotta e farli caricare indiscriminatamente dalle forze dell'ordine, il tutto dopo aver disertato l'incontro in cui si sarebbe dovuto discutere del loro futuro, è un fatto gravissimo e inaccettabile. Caldoro dovrebbe dimettersi". Con queste parole Rossana Dettori, Segretaria Generale dell'Fp-Cgil Nazionale, commenta i disordini avvenuti a Napoli davanti alla sede della Regione Campania."I lavoratori delle cliniche Villa Russo e Villa Alba, da quando le strutture sono state chiuse, attendono una ricollocazione.Ricollocazione prevista dal Decreto 75 del 2011, bloccato però dal Ministro Tremonti per problemi di copertura, essendo la Regione Campania soggetta a piano di rientro. Una situazione difficile - continua Dettori - quella vissuta da questi lavoratori a tempo indeterminato del Sistema Sanitario Nazionale, sospesi tra mille incertezze, a cui il Presidente Caldoro dovrebbe guardare con attenzione e della quale dovrebbe occuparsi con maggiore impegno". "Invece di partecipare alla riunione, di ascoltarli e di negoziare con loro per trovare una soluzione tempestiva e, visti i risultati, pacifica, il Presidente Caldoro pensa di risolvere la vertenza a suon di tamponamenti e randellate. Niente a che vedere con la democrazia. Caldoro - conclude la sindacalista - chieda scusa o si dimetta".

Loading...

When autoplay is enabled, a suggested video will automatically play next.

Up next


to add this to Watch Later

Add to

Loading playlists...