Upload

Loading...

Fellini, last masterpiece - pubblicità banca di roma - episodio 3 - Galleria - 1993

2,944

Loading...

Loading...

Transcript

The interactive transcript could not be loaded.

Loading...

Loading...

Rating is available when the video has been rented.
This feature is not available right now. Please try again later.
Published on Oct 16, 2013

In the 80s the great director put his genius in the service of Barilla, Campari and Banca di Roma, creating commercials that made history. we can also show the commercials made ​​by him to the Bank of Rome: these were his last works, the teacher disappeared in October 1993, a few months after the conclusion of the last spot.
The trio of commercials that feature Paolo Villaggio, are united like other atmospheres unreal and dreamlike, more than ever, all three advertising telling fact of dreams.
In the first, characterized by a dark and disturbing, the protagonist has a dream in which return "live" his fears when he was a teenager: the charming neighbor, Dutch, unreachable because too large and a lion crying.

The second spot was very disturbing colors, here the dream sees Village at the wheel of a car in a tunnel that starts to crumble to pieces blocking the way out. A symbol of the insecurities and the obstacles that must be overcome in order to live better.
The third spot, and then the third dream, the tone has decidedly brighter, finally our hero is in an open and sunny, a large corn field: is having lunch together with a beautiful girl (a young Anna Falchi) served and revered by several waiters. But the tranquility is apparent, the unexpected is just around the corner, as the train is about to occur.

Negli anni '80 il grande regista mise il suo genio a servizio di Barilla, Campari e Banca di Roma, realizzando degli spot che fecero storia.Vi mostriamo infine anche gli spot da Lui realizzati per la Banca di Roma: questi furono i suoi ultimi lavori, il maestro scomparve nell'ottobre del 1993, qualche mese dopo la conclusione dell'ultimo spot.
Il tris di spot, che hanno come protagonista Paolo Villaggio, sono accomunati come gli altri da atmosfere irreali e più che mai oniriche, tutte e tre le pubblicità raccontano infatti dei sogni.
Nel primo, caratterizzato da un'atmosfera cupa e inquietante, il protagonista fa un sogno in cui tornano "vivi" i suoi timori di quando era adolescente: l'affascinante vicina di casa olandese, irraggiungibile poichè troppo grande e un leone che piange.

Anche il secondo spot ha tinte decisamente inquietanti, qui il sogno vede Villaggio al volante di una macchina all'interno di una galleria che inizia a crollare a pezzi bloccandone la via d'uscita. Un simbolo delle insicurezze e degli ostacoli che bisogna superare per vivere meglio.
Il terzo spot, e quindi il terzo sogno, ha dei toni decisamente più luminosi, finalmente il nostro protagonista si trova in un luogo aperto e assolato, un grande campo di grano: sta pranzando insieme ad una bella ragazza (una giovane Anna Falchi), servito e riverito da vari camerieri. Ma la tranquillità è apparente, l'imprevisto è dietro l'angolo, così come il treno che sta per sopraggiungere.

Loading...

When autoplay is enabled, a suggested video will automatically play next.

Up Next


Sign in to add this to Watch Later

Add to

Loading playlists...