Loading...

Consorzio Tutela Valli Belicine

750 views

Loading...

Loading...

Transcript

The interactive transcript could not be loaded.

Loading...

Loading...

Rating is available when the video has been rented.
This feature is not available right now. Please try again later.
Uploaded on Nov 23, 2010

Il Consorzio di Tutela Valli Belicine è nato dal convincimento che non si può delegare tutto alla politica e che occorre una maggiore cooperazione tra gli agricoltori, i politici e il mondo culturale.

I membri del Consorzio sono i proprietari di 270 piccole aziende distribuite sui territori di dodici comuni della Valle del Belice che hanno deciso di aggregarsi per non rimanere in balia di soggetti senza scrupoli e con un grande potere economico.

Il Consorzio propone un approccio diverso, puntando su modalità di commercializzazione che permettano ai contadini di vendere i loro prodotti direttamente ai consumatori, tagliando fuori una serie passaggi intermedi in modo da abbassare il costo finale e, allo stesso tempo, assicurare ai produttori un guadagno che permetta loro di continuare a lavorare sul territorio. Parimenti, intendono puntare su metodi di coltivazione e produzione che siano strettamente collegati ad un'esigenza di tutela ambientale, senza dimenticare le potenzialità che l'agricoltura così praticata può offrire anche in chiave turistica.

Tutelare il territorio significa creare le condizioni di libertà di chi vi opera, consentendo l'abbandono delle tradizionali logiche, spesso mafiose che caratterizzano molti aspetti della cultura agricola siciliana.

Nicola Clemenza, uno dei fondatori del consorzio, sostiene che "chi ha scelto di entrare a far parte del Consorzio ha fatto una scelta di legalità evidenziata sul sito consortile dalla presenza del logo 'Pizzo Free'". Ed è per questo che Clemenza rivendica con orgoglio la capacità degli iscritti di dar vita a un prodotto che può contare anche sulla vitamina "L".

Il Consorzio di Tutela Valli Belicine si articola sui territori di 12 comuni: Partanna, Santa Ninfa, Salemi, Vita, Gibellina, Salaparuta, Santa Margherita Belice, Castelvetrano, Sambuca, Contessa Entellina, Mazara del Vallo, su una superficie territoriale di competenza di circa 3500 ettari.

Il Consorzio ha come scopo la tutela della Valle e la sopravvivenza di microunità produttive e imprenditoriali di quei settori che rappresentano l'identità storica e culturale del territorio: l'agricoltura, l'allevamento e il turismo.
I fondatori del consorzio affermano che il loro tentativo di liberare dal basso del territorio ha bisogno del sostegno di consumatori critici.

I membri del consorzio richiedono l'aiuto di chi condivide il loro tentativo di opporsi alla Mafia, e spiegano che il singolo cittadino può sostenere il loro lavoro attraverso un gesto semplice e concreto, un atto di consumo critico come acquistare anche solo una latta del loro olio.

Nel novembre del 2010, il Consorzio è stato premiato dal "Gruppo del Gusto" dell'Associazione della Stampa Estera in Italia "per la difesa della qualità e della dignità dei coltivatori del consorzio".

Loading...


to add this to Watch Later

Add to

Loading playlists...