Loading...

Pietro Accame dialoga su: "Investire in Italia conviene?"

154 views

Loading...

Loading...

Transcript

The interactive transcript could not be loaded.

Loading...

Loading...

Rating is available when the video has been rented.
This feature is not available right now. Please try again later.
Published on Jan 4, 2017

http://www.complexlab.it/Members/piet...

ComplexLab intervista Pietro Accame, Direttore generale della Fondazione Stelline, sul tema “Investire in Italia dall’estero” e sul ruolo dello Strategy Advisor all’interno di queste attività finanziarie

"In Italia in questo momento ci sono grandi opportunità di investimento. Veniamo da una crisi molto profonda ed il nostro paese non si è sviluppato allo stesso livello di altre realtà economiche europee e mondiali, quindi bisogna sempre calibrare quelli che sono i settori possibilmente trainanti e dove vi sono vere possibilità di business per coloro che decidono di investire in Italia. Tuttavia vedo grandi opportunità per investire in Italia sempre che il quadro macroeconomico non peggiori ulteriormente rispetto a quello attuale.
Spesso e volentieri le grosse multinazionali estere si trovano in difficoltà ad investire in Italia, un paese profondamente latino dove vi sono molti vincoli burocratici, dove ci sono tantissimi lacci e lacciuoli e dove vi è difficoltà anche in alcuni casi nel trovare manodopera e competenze adeguate. Per questo sicuramente bisogna fare uno scouting molto profondo, però in alcune zone del nostro paese vedo delle prospettive ottime per le multinazionali straniere che decidono di investire in Italia.
Queste le caratteristiche di uno strategy advisor per l’ingresso in Italia di aziende internazionali: persone con esperienza, che abbiano relazioni importanti. Professionisti veri e propri che sappiano essere da intermediari, ma in senso positivo e trasparente, nei rapporti con la pubblica amministrazione in modo da saper adeguare l’offerta di un potenziale investitore straniero a quelle che sono le esigenze pubbliche italiane.
Io penso che sia fondamentale un lavoro di partnership, di contatto, nella maniera proprio più classica non del lobbying all’italiana, ma proprio dello stile anglosassone, ovvero quello di far conoscere il prodotto, di far conoscere quali opportunità può presentare un possibile investitore straniero o un possibile produttore straniero agli enti pubblici italiani.
Io sicuramente ho una certa esperienza in questo senso avendo lavorato per molte aziende italiane e estere. Potrei essere una persona professionalmente adeguata da poter rispondere alle esigenze di possibili partner e di possibili clienti stranieri.

Intervista realizzata da Angela Chirico, Responsabile Redazione, Marketing & Comunicazione di ComplexLab.

Loading...

When autoplay is enabled, a suggested video will automatically play next.

Up next


to add this to Watch Later

Add to

Loading playlists...