Loading...

CI SCUSIAMO PER IL DISAGIO - indagine Progetto T Gli Omini alla stazione di Pistoia

158 views

Loading...

Loading...

Loading...

Rating is available when the video has been rented.
This feature is not available right now. Please try again later.
Published on Nov 14, 2017

Nel documentario a cura di John Snellinberg Film il racconto delle interviste fatte da Gli Omini alla stazione ferroviaria di Pistoia nella primavera 2015 per il primo anno del PROGETTO T, prodotto dall'Associazione Teatrale Pistoiese.
Una delle linee ferroviarie più antiche d’Italia: 99 chilometri di strada ferrata con 47 gallerie, 35 ponti e viadotti. Punti panoramici vertiginosi, fermate nel mezzo del bosco di castagni, un fiume che segue i binari con cascate e spiaggette. Stazioni interdette, costruzioni in rovina, paesini. Un’opera d’arte.
La Ferrovia transappenninica Porrettana, che unisce Pistoia a Bologna, ha avuto fin dalla sua nascita una storia travagliata, di idee grandiose, sogni, sacrifici, costruzioni straordinarie. Dopo un periodo di chiusura della linea, alla fine del 2014 il treno ha ripreso il suo cammino.
Attorno alla Porrettana è nato quindi un percorso di rilancio della sua identità che passa attraverso il recupero della memoria, la cultura dei territori: un percorso in cui il teatro ha fatto la sua parte con il PROGETTO T, ideato per il triennio 2015/2017 dall'Associazione Teatrale Pistoiese con Gli Omini.

La stazione di una città piccola ha una sua identità, i suoi abitanti, le sue voci, la sua regole.
Gli Omini sono stati un mese alla Stazione di Pistoia, sui binari, nel bar, verso i bagni, sulle panchine. Hanno capito le regole e le hanno viste infrangere. Hanno incontrato la gente. Alcuni pendolari, molti ex carcerati, altrettanti in libertà vigilata, piccioni, studenti confusi, marchettari, gente che si sposta in treno perché non ha più la macchina, coppie di ogni tipo, amore in ogni forma, piccioni, tossici, barboni suonatori di mandolino, donne che alla stazione leggono e poi parlano come un libro stampato, piccioni.
Gente che si nasconde, gente da guardare con la coda dell'occhio. Gente che guarda i treni passare e che deve stare lontano dalla linea gialla.

Da questo 'lavoro antropologico sul campo', è nato lo spettacolo "Ci scusiamo per il disagio" che ha debuttato nel luglio 2015 al Deposito dei Rotabili Storici di Pistoia, un luogo carico di memoria, che è stato aperto al pubblico diventando la scenografia con i suoi binari morti e i suoi vagoni d’epoca. Lo spettacolo è stato ospite, in seguito, di numerosi Festival e teatri italiani e continua ancora a girare...

segui il Progetto T
su FB: https://www.facebook.com/progettoT/

e sul sito dell'Asociazione Teatrale Pistoiese:
http://www.teatridipistoia.it/produzi...

www.gliomini.it

Loading...

to add this to Watch Later

Add to

Loading playlists...