Loading...

Villa Verdi

645 views

Loading...

Loading...

Loading...

Rating is available when the video has been rented.
This feature is not available right now. Please try again later.
Published on Nov 10, 2011

produzione: Fondazione Aida
con: Lorenzo Bassotto, Celeste Sartori e Flora Sarrubbo
scene di : Gaetano Miglioranzi realizzate da Roberto Macchi e Peroni
editing audio: Giancarlo Dalla Chiara
costumi: Giovanna Ferrarese
tecnici audio luci: Matteo Pozzobon
adattamento: Gaetano Miglioranzi
regia: Lorenzo Bassotto

"Nella seconda metà dell'Ottocento in una grande casa della Valle Padana si è svolta una storia d'amore che potrebbe essere quella raccontata in questo testo". Villa Verdi nasce dall'ammirazione di Gaetano Miglioranzi per lo scenografo veronese Beni Montresor, così come Villa Verdi, l'opera ultima di Montresor, nasceva dallo studio dell'opera del suo maestro ispiratore, il grande musicista Giuseppe Verdi. Villa Verdi è tratto dal ricco epistolario tra Verdi, Arrigo Boito e Giuseppina Strepponi nell'ultimo decennio dell'Ottocento, ma è fortemente filtrato da motivi autobiografici, per portare alla luce la statura morale di Giuseppe Verdi e la relazione artistica e umana dei tre personaggi così intensa, generosa e commovente. Così Villa Verdi vuole rivivere l'idea che l'autentico amore dell'arte, incarnato qui nei personaggi del Maestro, della Moglie e del Poeta, non possa mai essere disgiunto da un vivo interesse per l'umanità e per le domande cruciali della vita e della morte. Quando arrivano ad incontrarsi spiriti così nutriti nell'arte, non possono che alimentare tra di loro un legame di comprensione e di amore tanto profondo da arrivare alla completa offerta di se stessi. Uno stile scabro ed essenziale accomuna Montresor e Verdi, frutto di un sentire contadino e concreto di cui andavano fieri entrambi; un sentimento alto della vocazione artistica e dell'essere uomini; una nobiltà d'animo molto poco esibita, anzi celata in un riserbo quasi scontroso; un'attenzione apprensiva alle vicende politiche internazionali; un senso profondo di comunanza con i poveri e gli infelici... un omaggio puro a puri spiriti.

Loading...

Advertisement
to add this to Watch Later

Add to

Loading playlists...