Loading...

09 - Santiago - Prima/Dopo (+ Testo)

20,863 views

Loading...

Loading...

Loading...

Rating is available when the video has been rented.
This feature is not available right now. Please try again later.
Published on Jun 13, 2012

Santiago - Ghiaccio e Magma
http://itunes.apple.com/it/album/ghia...

Fan Page:
http://www.facebook.com/SANTIAGO.offi...
http://www.facebook.com/donermusic

Descrizione Brano:
E' il viaggione del disco e il primo pezzo che ho registrato. Solo un fumatore può comprendere realmente a cosa io mi riferisca. Nello specifico il pezzo descrive due momenti ben precisi: il primo, quello della preparazione, in cui tutto deve essere perfetto e al posto giusto, quel momento in cui il silenzio è l'unico rumore che vuoi sentire. Il secondo invece è tutto quello che viene dopo aver fumato. Con questo non voglio assolutamente incitare nessuno a fumare, chiedo solo di lasciarlo fare a me in santa pace. La strumentale che viaggia prima sui 90 bpm per poi salire fino a 140, è prodotta dai Retrohandz.

TESTO:
Prima voglio un silenzio religioso tipo quello da eterno riposo che ammortizza l'ira al sistema nervoso luce fioca, una musica fuori moda con il tempo che si blocca poi riparte e rintocca a ritroso. Momento fai da te, con il suo spirito nel corpo come Oda Mae che in circolo divora me spogliandomi di quei cliché che mi hanno già spento l'anima e per l'ansia fan da specchio per le allodole spiego la vela, già penso a quello che mi aspetta un viaggio sulla vetta per la notte intera stecco e dopo lo modello a sfera mentre guardo che si scioglie sul tabacco come cera su di una candela. La faccio su e resto li fermo a guardarla senza fiato, estasiato tipo sindrome di Stendhal passa un minuto e mi riprendo, l'accendo faccio il tiro più grosso che posso e dopo trattengo..

Dopo tutto sembra sollevarsi, il pensiero va in catarsi e rimbalza con ordini sparsi si purifica, sai che significa? che non verranno più i fantasmi a trovarmi. L'umore tenue, che ricopre l inferno di neve tutto intorno solo il vuoto sembra il sequel di un requiem di il mio nome tre volte che appaio (40Riot) con la faccia di chi appena commesso uno sbaglio perdonami, perdonami se al posto dell'Eden ho preferito morire a Zion. Il fumo denso fa da sfondo a la mia privatissima dancehall, lentamente si trasforma e prende la forma di quello che penso vuoi sapere chi sei, adesso che il suono che t'accompagna va in delay fallo con l onore in faccia e schiaccia play e vedi chi sei frame dopo frame dopo frame sorridi, ora che sai cosa vuol dire sentirsi vivi, per chi ancora non crede e ha già perso la fede ed è li che si ripete all'infinito come il reggae sui riddim. Gli occhi pesti, che non riesco nemmeno a rileggere i versi, in quei momenti in cui non sai dove sei ma sai bene di stare esattamente lì dove vorresti. Tieniti la tua MD, oppure fatti a pezzi con la spada come Kill Bill, tira quella merda come gli idoli in TV io mi tengo la mia storia...e un cuore in gola che batte così.

Loading...

Advertisement
to add this to Watch Later

Add to

Loading playlists...