IT

Caricamento in corso...

I fotografi italiani, le trans scosciate, e il Gay Pride

175.932 visualizzazioni

Caricamento in corso...

Caricamento in corso...

Trascrizione

Impossibile caricare la trascrizione interattiva.

Caricamento in corso...

Il voto è disponibile una volta noleggiato il video.
Questa funzione non è attualmente disponibile. Riprova più tardi.
Pubblicato il 7 giu 2008

(Nota: questo video è stato premiato al concorso di Arcigay Siracusa nel giugno 2010).

Ho creato questo video dopo avere scritto invano una lettera di protesta al "Manifesto" senza che fosse pubblicata, contro l'abitudine di usare sempre e solo foto di viados con tette e culi nudi per illustrare qualsiasi articolo sui gay in Italia. http://www.giovannidallorto.com/attua...

Sono giornalista, ed ho voluto mostrare come i miei colleghi costruiscano intenzionalmente ed artificialmente un'immagine falsa e tendenziosa dei Gay Pride, che serve a spaventare sia i diretti interessati (che credono che se verranno a un Pride si troveranno in mezzo a viados nudi che bruciano i copertoni sul ciglio della strada) sia ai politici di destra, quando devono negare i permessi ai Pride con la scusa che servono solo ai viado per andare in giro nudi. E questo è scorretto.

Le persone che appaiono in Tv e sui giornali non sono mai più di dieci, su decine, e a volte centinaia, di migliaia. Eppure solo loro possono apparire in Tv, la presenza di tutti gli altri viene sempre CENSURATA.

Non è un problema il fatto che siano fotografati dei trans: esistono anche loro, è giusto che siano mostrati anche loro. E' però un problema quando alcuni trans, e solo loro (quelli che si presentano come oggetti sessuali per maschi "normali") vengono usati per dire che tutti i trans sono come loro, che tutti i gay sono come loro, che tutte le lesbiche (!) sono come loro, che tutti i bisessuali sono come loro, che...

Come ho scritto nel mio appello: "Una foto non descrive un fatto, ma racconta un punto di vista.
Se ogni volta che si deve illustrare l'immagine di un ebreo si pubblica la foto di un usuraio, se ogni volta che si parla di Africa si pubblica un cannibale in gonnellino, se ogni volta che si parla di Pride si pubblica un viado nudo, abbiamo un problema. Perché sono effettivamente esistiti ebrei usurai, africani in gonnellino, e viados nudi al Gay Pride, e quindi queste immagini fanno effettivamente parte della realtà, tuttavia quando tali immagini sono le uniche a cui è permesso rappresentare la realtà, siamo di fronte ad un problema.
Che si chiama "razzismo"."

Tycooko ha documentato lo stesso fenomeno al Pride di Roma, che sisvolgeva nello stesso giorno. trovate il suo video "Mezzi di disinformazione di massa al RomaPride2008" qui:
http://www.youtube.com/watch?v=GJJK9S...

Giovanni Dall'Orto
PS Si veda anche: http://www.articolo21.info/editoriale...

I commenti sono disabilitati per questo video.
Quando la riproduzione automatica è attivata, al termine del video verrà riprodotto automaticamente un video consigliato.

Prossimi video


per aggiungerlo a Guarda più tardi

Aggiungi a

Caricamento playlist in corso...