Loading...

Franco Fagioli Vinci Artaserse Arbace's aria 'Vo solcando un mar crudel' mpg

35,964 views

Loading...

Loading...

Rating is available when the video has been rented.
This feature is not available right now. Please try again later.
Published on Dec 30, 2012

LETRA:

Recitativo:
No, che non ha la sorte
più sventure per me. Tutte in un giorno,
tutte, oh Dio, le provai.
Perdo lamico, minsulta la germana,
maccusa il genitor, piange il mio bene
e tacer mi conviene,
e non posso parlar.
Dove si trova un anima che sia
tormentata così come la mia?
Ma, giusti dei, pietà! Se a questo passo
lo sdegno vostro a danno mio savanza,
pretendete da me troppa costanza.

Aria:
Vo solcando un mar crudele
senza vele e senza sarte:
freme londa e il ciel simbruna,
cresce il vento e manca larte,
e il voler della fortuna
son costretto a seguitar.
Infelice! in questo stato
son da tutti abbandonato:
meco è sola linnocenza
che mi porta a naufragar.

Loading...

Advertisement
to add this to Watch Later

Add to

Loading playlists...