329
  • Monte Acquaviva in solitaria

    507 views 2 years ago
    Esistono dei momenti particolari nella mia vita, ricorrenti e irrinunciabili, in cui riecheggia nella mente il bisogno di staccare la spina, mettere nello zaino un panino e un succo di frutta,e decidere di allontanarsi in un giorno di sole verso la mia amata Majella, alla ricerca di quella solitudine e di quegli spazi che sanno solo loro pervadere a pieno ogni angolo della mente e del corpo fino a rigenerarli completamente. Questa mattina ho scelto il comparto orientale del massiccio, fino a raggiungere la sommita del monte Acquaviva,seconda cima per altezza dell'intera Majella,partendo dal Pomilio e passando per il Focalone.Più che un'operazione atletica la mia è una sorta di ascesi spirituale, in quelle ore in solitudine tra vento e luce molteplici sono gli spunti di riflessione,l'adrenalina ti tiene vivo e ti fa procedere, ma alcuni ricordi, quelli più duri ,quelli più fiaccanti, sono sempre lì e tocca dar loro la giusta allocazione mentale per poter tornare più forte dai miei figli con quello sguardo rassicurante e sereno di cui hanno bisogno per poter sopravvivere.Non sono un eroe, non sono in cerca di medaglie al valore, la montagna per me è un viaggio dentro me stesso e con queste foto scattate col cellulare cerco di trasmettere, o almeno ci provo, ciò che percepisco sperando che la sensibilità di ciascuno sappia coglierne il lato meno materiale di esse.L’ebbrezza di quelle ore passate lassù, isolato dal mondo nella gloria delle altezze e nel candore di una neve novembrina, potrebbe essere sufficiente a giustificare qualunque follia. Show less
    Read more
  • Uploads Play all

    This item has been hidden
to add this to Watch Later

Add to

Loading playlists...