30
  • MUA-MUSEI ACCOGLIENTI_Digital Storytelling Play all

    I video sono stati realizzati durante due Laboratori di Digital Storytellig realizzati con gli operatori dei poli biblio-museali di Brindisi e Lecce.

    MUA-Musei Accoglienti è un progetto promosso dall’Assessorato all’Industria Turistica e Culturale della Regione Puglia per il tramite del Teatro Pubblico Pugliese ed è realizzato da ECCOM, CIR - Consiglio Italiani per i rifugiati e 34°Fuso. Il percorso di formazione e sperimentazione, rivolto a operatori museali, universitari e migranti del territorio pugliese, punta alla costruzione di competenze e pratiche innovative per rendere il patrimonio culturale più fruibile e accessibile.

    http://www.eccom.it/it/attivita/progetti/267-musei-accogl...
    This item has been hidden
  • This item has been hidden
  • COMU': Musei che costruiscono spazi comuni - Digital storytelling (EDUMUSEI 2018) Play all

    Il corso di Digital storytelling del progetto "COMU': Musei che costruiscono spazi comuni" è una delle attività è il nome del progetto presentato per il bando EDUMUSEI 2018, una serie di percorsi formativi per operator museali della Toscana incentrati sull’educazione al/per e attraverso il patrimonio e su aspetti sociali, etici e di gestione territoriale.

    http://www.eccom.it/it/attivita/formazione/301-edumusei-2018
    This item has been hidden
  • MONT'E PRAMA - Digital Storytelling - Liceo S.Pintor - Cagliari Play all

    I video sono stati realizzati con i ragazzi del Liceo Classico Siotto Pintor di Cagliari durante un laboratorio di Digital Storytelling nell'ambito del piano di comunicazione e marketing finalizzato alla valorizzazione e promozione del Complesso scultoreo di Mont’e Prama, situato in posizione strategica al centro della penisola del Sinis.

    http://www.eccom.it/it/attivita/progetti/237-il-complesso...
    This item has been hidden
  • DIAMOND Play all

    A novembre 2012 è partito il progetto Diamond – Dialoguing Museums for a new cultural Democracy, che si propone di realizzare attività pilota rivolte a gruppi di adulti in situazioni di marginalità all’interno di alcuni musei scientifici europei, utilizzando anche le nuove tecnologie e prevedendo una riflessione sul tema della misurazione e valutazione dell’impatto delle attività stesse.

    In particolare, il progetto ha come obiettivi:

    Analizzare le attività educative dei musei rivolte a pubblici marginali e identificare le buone pratiche;
    Formare gli operatori museali all’uso delle nuove tecnologie, con particolare riferimento al Digital Storytelling (DS) come metodo efficace di coinvolgimento del pubblico;
    Incoraggiare i musei allo sviluppo di attività rivolte a pubblici marginali, usando anche le nuove tecnologie (in particolare il DS) come strumenti di comunicazione e di espressione;
    Identificare strumenti e metodologie per valutare l’impatto sociale di questo genere di attività;
    Promuovere un maggior riconoscimento del ruolo dei musei scientifici quali strumenti di coinvolgimento del pubblico adulto, di offerta di opportunità di apprendimento continuo e di integrazione sociale per gruppi emarginati.
    DIAMOND è strutturato in 5 fasi:

    - Attività di ricerca volta ad analizzare i benefici personali e sociali che emergono dal rapporto tra visitatori e musei scientifici. Scarica qui la ricerca;
    - Formazione nel Digital Storytelling rivolta a professionisti dei musei e del settore sociale, che collaborino alla realizzazione di attività museali rivolti a pubblici in situazioni di marginalità sociale;
    - Realizzazione di attività museali rivolte a gruppi di adulti provenienti da situazioni diverse ma accomunate da caratteristiche di marginalità sociale. Le attività – che utilizzeranno il DS come uno degli strumenti volti a favorire l’interazione e la comunicazione - dovranno essere pianificate tenendo conto della loro effettiva replicabilità e rilevanza per ognuno dei partner;
    - Divulgazione dei risultati del progetto attraverso eventi (conferenza), Internet (siti web dei partner e del progetto, social networks), material informative e video contenente una selezione di storie realizzate attraverso l’uso del DS dai professionisti dei musei e del settore sociale nonché dai partecipanti alle attività organizzate dai musei;
    - Diffusione dei risultati attraverso un manuale in 4 lingue e la realizzazione di un corso di formazione Grundtvig rivolto a 20 professionisti del settore museale/sociale.

    http://www.eccom.it/it/attivita/cooperazione-internaziona...
    This item has been hidden
  • SHE CULTURE Play all

    She-Culture" è un progetto finanziato dal Programma Cultura 2007-2013, asse 3.2 “Progetti di cooperazione tra organizzazioni coinvolte in analisi delle politiche culturali” e cofinanziato dal Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo, Direzione generale per il paesaggio, le belle arti, l'architettura e l'arte contemporanea.
    L'obiettivo è quello di promuovere lo scambio, il confronto e il consolidamento di analisi qualitative e quantitative per valutare l’impatto delle politiche culturali.

    Il progetto analizza le politiche culturali e di genere come strumenti per la creazione di sinergie di grande impatto, per la costruzione, la ricostruzione e il rafforzamento dell'identità attraverso la creatività artistica e la memoria collettiva.

    Per saperne di più: http://www.eccom.it/it/attivita/cooperazione-internaziona...
    This item has been hidden
  • BROKERING MIGRANTS

    Lo scopo del progetto è quello di promuovere e stimolare la partecipazione culturale dei migranti, migliorando la capacità delle istituzioni pubbliche locali di interagire con loro. Le istituzioni culturali pubbliche sono infatti parte della società che accoglie i soggetti migranti, una società che deve essere all'altezza della sfida posta dalla gestione della diversità culturale e dalla necessità di garantire l'integrazione interculturale.

    Compito centrale di questo progetto è il miglioramento della capacità interculturale delle istituzioni culturali pubbliche, attraverso una diversificazione dello staff e della governance. Il progetto si pone inoltre i seguenti obiettivi:
    - promuovere il coinvolgimento delle comunità di accoglienza nell'interazione con i migranti, sulla base del reciproco rispetto di diritti, doveri e differenze culturali
    - assicurare un equo trattamento e migliorare la gestione della diversità nei luoghi di lavoro pubblici e privati, nell'ambito della fornitura di servizi, nei sistemi di educazione, nei media e in altri importanti ambiti di confronto. Le istituzioni culturali pubbliche sono infatti “arene” importanti, nelle quali promuovere l'uguaglianza e migliorare la gestione della diversità.

    Per saperne di più:
    http://www.eccom.it/it/attivita/cooperazione-internaziona...
    • Brokering Migrants - Duration: 4 minutes, 8 seconds.

      • 4 years ago
      • 137 views
      Video del progetto Brokering Migrants nato per promuovere e stimolare la partecipazione culturale dei migranti, migliorando la capacità delle istituzioni pubbliche locali di interagire con loro
    This item has been hidden
  • wearemore 29 marzo Play all

    Il 29 marzo 2012 presso la Città dell'Altra Economia di Roma si è tenuta una giornata di discussione e riflessione, organizzata da Arci, ECCOM, Gai e Perypezye Urbane, in qualità di soci di Culture Action Europe rivolta al mondo della cultura per sostenere la campagna wearemore.

    Per saperne di più:
    http://www.eccom.it/it/attivita/convegni/115-wearemore

    Gli interventi sono disponibili sul canale Youtube della campagna: http://www.youtube.com/user/wearemoreitalia
    This item has been hidden
to add this to Watch Later

Add to

Loading playlists...