87
  • Punto di Vista

    1,170 views 4 years ago
    Ho voglia di uscire di testa per guardarmi bene,
    chi non cambia mai punto di vista ne perde di cose..
    non è una questione di spazio e lo si può cambiare anche stando fermo,
    come quando conti le stelle.. una notte insonne, vi giuro, le contai tutte!

    A volte lo si cambia per errore,
    come un lavaggio andato male cambia colore..
    certe volte sorridi e ti rivedi bambino nell'erba che indichi.. un bianconiglio nel cielo..

    Vorrei essere ancora curioso e vivace e capace di dare di nuovo una forma alle nuvole,
    Vorrei essere ancora curioso e vivace e capace di dare di nuovo una forma alle nuvole,
    che ora hanno solo la forma di nuvole!

    E sarebbero schiaffi al cielo, dei pugni a un cuore che non pulsa più
    lancerei origami di carte di identità dalle finestre
    ma sono chiuse e non si aprono più
    sì sono chiuse! e non si aprono più!
    mai più..

    Spesso mi sento stretto, un maglione lavato troppo spesso
    esco di rado e mi rado poco e male
    che vada io provo a schivare e cose
    che mi fanno male,
    che mi fanno male,
    che mi fanno male.

    che mi fanno male!

    Che bello sarebbe poter indicare la via da seguire,
    lassù fra le nuvole, lassù fra le nuvole..

    ho voglia di uscire di testa per guardarmi bene,
    chi non cambia mai punto di vista ne perde di cose.. Show less
    Read more
  • Carta Straccia Play all

    Un percorso di inediti introspettivi ed esistenziali che amano cambiare tempo, dinamiche e atmosfere per concretizzarsi in brani aperti e mutevoli, che spesso fuggono dai generi di riferimento e dalle atmosfere di partenza. Questo è l'habitat di “Carta Straccia”, perché le emozioni e i sentimenti vengono colti nel loro sentirsi e viversi, in un'esperienza mutevole che non si pone mai uguale a se stessa o realmente definita, conclusa. “Carta Straccia” perché anche i supporti, soprattutto i supporti, vogliono il loro spazio.. ecco perché questa attenzione alla carta su cui scriviamo idee, pensieri, sentimenti, storie di vita, per una metafora dell'uomo che vive distrattamente tutto questo, se lo scrive addosso e troppo spesso lo butta via.
    This item has been hidden
  • Palco Numero Cinque - EP

    Palco numero cinque, ovvero il palco riservato all'angelo della musica nel romanzo di Leroux, dove l'amore per questa arte assume un ruolo fondamentale, come nell'alchimia che cinque ragazzi dell'hinterland bolognese riescono a ricreare coi loro strumenti, sintetizzando in modo significativo qualcosa di complesso.
    Una musica che prende origine dalla coincidenza, che nasce dall'aria. Un qualcosa che già esiste e che prende forma nel momento in cui un ragazzo con il diavolo in corpo abbraccia la sua chitarra e si avvicina ad un paroliere dalla voce elastica e con una curiosità vorace. Il momento è catartico. Una batteria che scandisce il tempo perfettamente e fa del groove il proprio stile, fraseggia con un basso semplice e pulito. Una musica potente ed aggressiva viene raffinata dall'eleganza delle note delle tastiere. Il risultato è un rock dinamico con punte di progressive.
    • Palco Numero Cinque - Il cerchio quadra VIDEO - Duration: 4 minutes, 51 seconds.

      • 6 years ago
      • 6,684 views
      IL CERCHIO QUADRA

      Mi dissocio dal reale, accartoccio le distanze senza esitare o rispettare alcuna legge fisica.
      Districare un paradosso spesso apre una voragine che tutto inghiotte ed il pensiero...
    This item has been hidden
to add this to Watch Later

Add to

Loading playlists...