8
  • La fune dell'amore - teaser

    242 views 3 years ago
    Anno 1590.
    La nota e brava attrice Isabella Andreini, capocomica in Firenze, arriva a Terra del Sole, città da poco fondata dai Medici a presidio di una zona di confine, chiamata dal Gran Duca di Toscana per fare uno spettacolo con la sua compagnia in onore dello sposalizio del giudice di Palazzo Pretorio. Purtroppo giunge solo Isabella, poiché la compagnia è bloccata a Firenze, ma nel frattempo il Gran Duca ha emesso un bando per reclutare attori e attrici del posto che possano lavorare al progetto con la Andreini. Si presentano solo un bandito, un fornaio di Castrocaro e la sua amata, anch'ella fornaia. Ad aiutare questo gruppo strampalato, che si perde in comici intrecci, vi è un poeta che presto si innamora di Isabella. Il progetto pare non partire a causa di gelosie e incompetenza, baruffe e mancanza di idee, ma se non verrà portato a termine la carriera dell'Andreini andrà a rotoli con un finale tragico. Dopo spassose peripezie, il poeta trova la soluzione: crea una trama di spettacolo che preveda l'ambientazione nell'edificio simbolo (a tutt'oggi) di Terra del Sole: Palazzo Pretorio, sede del tribunale e delle celle di tortura, tra cui la nota punizione detta 'Tormento della fune'.

    La trama svela una metafora rivelatrice: la protagonista di questo teatro nel teatro è una donna tormentata dalla paura di amare e, querelata da Cupido e giustiziata dal giudice di Palazzo Pretorio, viene rinchiusa in cella con una fune legata al cuore.
    Il dualismo del Palazzo (giustizia\ingiustizia, bellezza architettonica\bruttezza della crudeltà) emerge parallelamente a quello di Isabella: lei ama ma è bloccata, vorrebbe ma teme. Verrà salvata dalla saggezza dei popolani di Terra del Sole e dall'amore disinteressato di un poeta.

    Ne nascerà uno spettacolo dalla trama metaforica e rivelatrice: una donna legata dalla fune della paura di amare, che alla fine dei suoi tormenti, sarà salvata. Come Isabella.

    Compagnie UILT La Betonica e Malocchi e Profumi Show less
    Read more
  • Teatro in provincia - 14TeatriX30Autori Play all

    Il progetto "14 Teatri per 30 Autori - Teatro in Provincia anno II" ideato dal Centro Nazionale di Drammaturgia Italiana Contemporanea per valorizzare gli autori teatrali contemporanei. Da troppo tempo ormai a teatro non si propongono che i soliti testi e autori, mentre c'è una nutrita schiera di drammaturghi contemporanei che scrivono e ci raccontano la realtà di ogni giorno e che meritano di essere rappresentati. E il pubblico vota quelli di maggior gradimento.
    Il progetto viene rappresentato in 14 teatri italiani, e nel Veneto c'è Rubano con le compagnie padovane La Betonica e TFR.
    This item has been hidden
  • I teaser (promo) dei nostri spettacoli Play all

    This item has been hidden
  • Uploads Play all

    This item has been hidden
to add this to Watch Later

Add to

Loading playlists...