74
  • Niente è come sembra di Giovanni Anzalone

    1,160 views 3 years ago
    Siamo invasi da sempre dalla tradizionale ricerca del benessere, è per questo che qui si suggerisce una serie di detti attraverso i quali il maestro Giovanni Anzalone comunica il tema del "Niente è come sembra".
    Che noi siamo, sentiamo, pensiamo e agiamo o che noi siamo ma non sentiamo, non pensiamo o agiamo, è indifferente. Per quello, il Santo è uguale al peccatore; l'attività all'inattività, l'Uomo al mollusco poichè tutte egualmente sue manifestazioni.

    Tutti i diritti riservati © 2014 giorgiofranco Show less
    Read more
  • Uploads Play all

    This item has been hidden
  • Lentini - Siciliae Urbs Vetus et Fecundissima Play all

    Leontinoi, (attuale Lentini) è il risultato di un millenario processo di occupazione ed urbanizzazione dell'entroterra Jonico della Sicilia, a sudest, un territorio di cui, proprio nella zona dove ora sorge questa città (sita a soli 34 km da Katane), si trovano sovrapposti ed accumulati, attraverso varie epoche, significativi elementi che confermano la presenza e lo sviluppo di organizzazioni sociali addirittura sin dall'età Preistorica. Numerose sono le tracce di insediamenti primitivi presenti sui colli circostanti, come altrettanto numerose ed importanti sono le strutture, Greche, Romane e Medievali, purtroppo oggi mal pervenute e poco conservate, resti che hanno reso la città un centro urbano di tale importanza da assumere, sin dai tempi dell'antica Urbe, l'appellativo di "porta della piana di Catania" o comunemente del Vallo di Noto. É stata la seconda colonia greca fondata dai calcidesi in Sicilia, patria di Gorgia il Sofista.
    This item has been hidden
  • Storia di Bisanzio Play all

    This item has been hidden
  • Feste religiose e popolari di Sicilia [...] Play all

    [...] fenomeni complessi in cui l'ordine sociale e l'ordine del simbolico s'intrecciano costituendo eterni fatti culturali.
    This item has been hidden
  • Documentazione audiovisiva Umberto Galimberti Play all

    This item has been hidden
  • Gorgia da Leontini Play all

    Filippo Gorgia, grande oratore e filosofo lentinese, nacque nel 485 a.C. nel quartiere del castello nuovo sopra il Tirone. Discepolo di Empedocle di cui apprese l'arte della retorica, la filosofia e quegli arcani di natura che allora si dicevano arte magica. A quel tempo le scuole siciliane godevano di grande fama come maestre di eloquenza, e come afferma il Pisano Baudo nella sua 'storia di Lentini', "tale vanto accese l'animo del leontino oratore e lo raffermò andando ad Atene verso l'anno 445 col divisamento di trasportare e diffondere la reputazione della Sicilia ovunque fosse gustata la greca favella". Si ritiene che intorno al 440 a.C. Gorgia abbia pubblicato la sua filosofia con il titolo di "del non ente o della natura", in cui egli si propose di affermare: 1° che nulla assolutamente esiste, 2° che se pur cosa esiste, non si può conoscere, 3° che quand'anche alcuna cosa esistesse e si conoscesse, pure non si potrebbe esprimere e comunicare agli altri. Per quanto sofistico possa essere stato, Gorgia fu il primo a stabilire la distinzione tra il concepimento ed il suo oggetto e tra la parola come segno del pensiero ed il pensiero stesso.. Godendo di grande rinomanza, Gorgia determinò di intraprendere un viaggio che lo,portasse per tutta la Grecia. Le sue peregrinazioni furono tuttavia arrestate dalle notizie provenienti dalla sua patria turbata e oppressa dai Siracusani. La sua Leontini che implorava l'aiuto degli ateniesi lo voleva a capo degli ambasciatori che avrebbero dovuto convincere gli ateniesi a prestare soccorso la sua mata patria. Ciò avveniva nell'anno 427 a.C., quando Gorgia aveva 54 anni. Presentatosi all'adunanza di quella libera colta nazione e ottenuta licenza parlamentare, Gorgia tenne un discorso intorno alla necessità di unire le forze di Atene e quelle di Leonzio. Ottenuto il soccorso implorato, Gorgia fece ritorno in Sicilia per rendere conto della sua missione, quindi ritornò nuovamente ad Atene costretto, come dice Suida, da preghi e attirato dagli applausi e dalle accoglienze ricevute nonché dal desiderio di accrescere la tanta ricercata fama per mezzo di nuove e più singolari dimostrazioni dell'arte di cui era sommamente maestro. Tucidite per primo apprese da lui i modi per fare sublime e greve l'orazione. Con il nome di Gorgia fu grande in Grecia anche il nome di Leonzio ed i suoi concittadini riconoscendogli il merito di aver con l'eloquenza e la dottrina onorato la patria, gli coniarono una medaglia recante l'epigrafe "loptiam" recante sul rovescio la testa di Apolline.
    This item has been hidden
  • Lentini: la storia, i luoghi e la memoria / Docufilm Play all

    Un ballo lungo una vita, un souvenir firmato Giuseppe Brancato, Giorgio Franco e Luciano Nocita, un docufilm che narra parte del patrimonio artistico -- culturale della Città di Lentini (Sr), realizzato per dare rilancio all'ambito del turismo. Esplorare il mondo delle cittadine siciliane, lasciandosi ammaliare dalle atmosfere romantiche, dalla passione, dalla forza e dall'aggressività che un paesaggio simile sviluppa. Creare rapporti e tensioni sociali grazie all'arte ed alla storia, riscoprire se stessi e mettersi alla prova sono solo alcune delle esperienze che questo docufilm vi mostrerà.
    This item has been hidden
  • Lestrigoni, giganti autoctoni della Sicilia

    • Odissea: Lipari, Eolo e i Lestrigoni - Duration: 8 minutes, 52 seconds.

      • 3 years ago
      • 4,979 views
      "Quando ti metterai in viaggio per Itaca devi augurarti che la strada sia lunga, fertile in avventure e in esperienze.
      I Lestrigoni e i Ciclopi o la furia di Nettuno non temere, non sarà questo il...
    This item has been hidden
  • Archeologia Cristiana Play all

    This item has been hidden
  • Egittologia Play all

    This item has been hidden
to add this to Watch Later

Add to

Loading playlists...