Upload

Loading icon Loading...

This video is unavailable.

Cavalleria rusticana . dal 18 Maggio 2012 al Teatro Carlo Felice

Sign in to YouTube

Sign in with your Google Account (YouTube, Google+, Gmail, Orkut, Picasa, or Chrome) to like Teatro Carlo Felice's video.

Sign in to YouTube

Sign in with your Google Account (YouTube, Google+, Gmail, Orkut, Picasa, or Chrome) to dislike Teatro Carlo Felice's video.

Sign in to YouTube

Sign in with your Google Account (YouTube, Google+, Gmail, Orkut, Picasa, or Chrome) to add Teatro Carlo Felice's video to your playlist.

Published on May 15, 2012

Andrea Camilleri e Rocco Mortelliti

Cavalleria rusticana

Il 17 maggio 1890, quando al Teatro Costanzi di Roma debuttò Cavalleria rusticana, Pietro Mascagni fu il primo a stupirsi dell'enorme successo di quell'atto unico di un'ora e un quarto che aveva composto in appena due mesi per partecipare ad un concorso indetto dalla casa editrice Sonzogno (concorso che vinse). Neanche lui, insomma, che ambiva a scrivere opere monumentali sul solco della tradizione melodrammatica italiana, si era accorto che componendo Cavalleria stava per dare al pubblico operistico dell'epoca qualcosa di nuovo, qualcosa di cui, evidentemente, aveva bisogno da tempo. Non più, infatti, come sfondo, ricostruzioni storiche suntuose e ambientazioni altolocate, ma un realistico paesino della Sicilia di fine Ottocento. Niente complicati intrighi di palazzo, ma una schietta vicenda di passione, gelosia e tradimento, che si conclude con un delitto d'onore. Con grande fiuto, Mascagni associò alla storia, tratta dall'omonima novella di Giovanni Verga, una musica altrettanto spontanea, senza alcuna altra pretesa se non quella di rappresentare nel modo più immediato e diretto possibile i sentimenti che spingono tutti i personaggi coinvolti al tragico finale. Melodie che scorrono fluide come quelle delle canzoni popolari, armonie semplici, ma raffinate ed avvolgenti, e, soprattutto, l'irruzione nel canto della parola parlata, così da toccare il livello massimo di verità rappresentativa. Non a caso, i due momenti più celebri dell'opera sono l'Intermezzo strumentale, trionfo di melodia italiana allo stato puro, e il grido delle popolane su cui cala il sipario, quell'"Hanno ammazzato compare Turiddu!" che è diventato quasi il simbolo stesso del verismo in musica. La sfida e il fascino dell'allestimento genovese è l'aver convinto Andrea Camilleri, il creatore del commissario Montalbano, ad ideare la messa in scena della "sua" Cavalleria. A curarne la realizzazione sarà il regista Rocco Mortelliti.

  • Category

  • License

    Standard YouTube License

Loading icon Loading...

Loading icon Loading...

Loading icon Loading...

Loading icon Loading...

Ratings have been disabled for this video.
Rating is available when the video has been rented.
This feature is not available right now. Please try again later.

Loading icon Loading...

Loading...
Working...
to add this to Watch Later

Add to