Upload

Loading icon Loading...

This video is unavailable.

Il Fieno di Santa Lucia - Compagnia Il Teaatro Prova - Bergamo

Sign in to YouTube

Sign in with your Google Account (YouTube, Google+, Gmail, Orkut, Picasa, or Chrome) to like IlTeatroProva's video.

Sign in to YouTube

Sign in with your Google Account (YouTube, Google+, Gmail, Orkut, Picasa, or Chrome) to dislike IlTeatroProva's video.

Sign in to YouTube

Sign in with your Google Account (YouTube, Google+, Gmail, Orkut, Picasa, or Chrome) to add IlTeatroProva's video to your playlist.

Uploaded on Mar 22, 2010

Una fredda sera di dicembre Tobia, uno dei pochi contadini rimasti nella periferia di una grande città, si accorge, riponendo i suoi attrezzi di lavoro, che qualcuno ha rubato il fieno dal mucchio destinato alle sue mucche. Insospettito dellaccaduto, la sera successiva si nasconde per sorprendere il ladro. Con grande stupore scopre che una donna silenziosa e furtiva riempie il suo sacco di piccoli mazzetti di fieno.
Così nasce lincontro misterioso tra Tobia e Lucia.
Lucia è cieca, ma descrive benissimo laspetto di Tobia: gli rivela che sa vedere con altri occhi. Sente tutto, conosce il linguaggio del vento, della pioggia, del fuoco, degli uccelli. Soprattutto possiede una voce che incanta..
E una specie di fata: ogni 13 dicembre, la notte più lunga, aiutata dal suo asinello porta in ogni casa dolci e balocchi per i bambini che le scrivono lettere, sperano che si realizzi un loro desiderio, che le parlano con i loro sogni.. Ama tanto i bambini che sognano.
Anche Tobia sogna, spesso ad occhi aperti e se ne vergogna un po. E proprio come un bambino curioso la copre di domande, di interrogativi ai quali però Lucia non risponde .
Dispensatrice di giocattoli nuovi, ella racconta che nei mesi dellanno corre per le case, non vista, a raccogliere i giocattoli vecchi o rotti, che i bambini non vogliono più. Li porta nella Grande Soffitta, dove restano molti anni. Aspetta che quei bambini divengano adulti, magari mamme e papà. Poi un giorno glieli fa ritrovare, come per caso: in un vecchio baule, in una scatola rovinata, nel sottoscala, in cantina, nel solaio.
Solo così i grandi possono ricordarsi dellinfanzia lontana, dellodore della neve, del rumore delle caramelle troppo dure per i denti da latte, del sapore del buio della notte. Ricordano dellattesa, della gioia, della sorpresa. E grazie a questo ricordo possono permettere che nuovi bambini vivano le grandi magie dei desideri e credano che i sogni si possono avverare, e che ogni 13 dicembre appendano fiduciosi fuori dalla finestra un mazzetto di fieno per lasinello di Santa Lucia.

Loading icon Loading...

Loading icon Loading...

Loading icon Loading...

The interactive transcript could not be loaded.

Loading icon Loading...

Loading icon Loading...

Ratings have been disabled for this video.
Rating is available when the video has been rented.
This feature is not available right now. Please try again later.

Loading icon Loading...

Loading...
Working...
to add this to Watch Later

Add to