Upload

Loading...

This video is unavailable.

Adriano Celentano Sanremo 2012 Parte 1 I preti e la Chiesa 14 febbraio 2012 Aldo Grasso e Corriere

Like this video?

Sign in to make your opinion count.

Don't like this video?

Sign in to make your opinion count.

Want to watch this again later?

Sign in to add this video to a playlist.

Uploaded on Feb 14, 2012

Playlist di tutti i video: http://goo.gl/o9vp0
Parte 1: http://goo.gl/1VXMs
Parte 2: http://goo.gl/3OyBF
Parte 3: http://goo.gl/S7kFm
Parte 4: http://goo.gl/9crB7

Luca e Paolo Sanremo 2012 canzone Uomini soli parodia http://www.youtube.com/watch?v=YY9dKw...

Ecco cosa ha combinato Adriano Celentano nella prima serata del 62° Festival di Sanremo, in onda su Rai1. Interazione con gli altri del cast, monologhi e musica.

E' ACCADUTO NELLA PRIMA PUNTATA Show doveva essere e show è stato. Lunghissimo. Adriano Celentano monopolizza la prima puntata del 62° Festival di Sanremo con monologhi, dialoghi, battute (che faranno discutere) e canzoni.

Si parte con bombardamenti, sirene, fragore e boati, comparse che si accasciano al suolo come se fossero morte e, quando tutto tace, dal caos emerge lui. E parte l'attacco alle testate cattoliche come Famiglia Cristiana e Avvenire che "dovrebbero chiudere perché si occupano di politica invece di parlare di Dio".

"Quello che non sopporto di preti e frati - spiega Celentano - è che non parlano mai della cosa più importante e cioè del motivo per cui siamo nati. Quel motivo nel quale è insito il cammino verso il traguardo che segna non la fine dell'esistenza, ma l'inizio di una nuova vita. Preti e frati non parlano mai del paradiso come se l'uomo fosse nato soltanto per morire ma non è così. Siamo nati per vivere. Preti, siete obbligati a parlare del paradiso se no vuol dire che abbiamo solo questa vita". Elogi, invece, per Don Gallo.

Poi una stoccata a Montezemolo e ai suoi treni veloci, ricordando i dipendenti della Wagon Lits, da mesi su una torre: "Devi farne uno lento per osservare le bellezze italiane". E irrompe, finalmente, una donna: Elisabetta Canalis che impersona il Paese, l'Italia: "La mia bellezza sta sfiorendo".

Ce n'è anche per la Consulta che ha bocciato i referendum abrogativi della legge elettorale: "Di Pietro, Parisi, Segni - dice Celentano - hanno raccolto un milione duecentomila firme che la Consulta ha buttato nel cestino. C'è qualcosa che non va: o è la Consulta che sbaglia o bisogna cambiare vocabolario". Subito prima Rocco Papaleo legge che "la Costituzione italiana sancisce che il potere sovrano appartiene al popolo che esercita un potere pieno e indipendente".

Sketch con Pupo su "altezze e e bassezze". Finché Adriano non torna a fare il suo: un rock'n'roll maccheronicamente inglese alla Prisencolin... con Gianni Morandi, Papaleo e Pupo che giocano a fare i Blues Brothers. E poi è Prisencolin con altri brani.

Inviti alla fratellanza, richiami al Vangelo, appelli contro la pena di morte. E lui discetta filosoficamente di vita e morte per sterzare improvvisamente con un attacco diretto a un noto critico televisivo: "Perché rattristarci se un deficiente come Aldo Grasso scrive idiozie sul Corriere?".

Loading...

Loading...

Loading...

Loading...

Ratings have been disabled for this video.
Rating is available when the video has been rented.
This feature is not available right now. Please try again later.

Loading...

Loading...
Working...
to add this to Watch Later

Add to