Upload

Loading icon Loading...

This video is unavailable.

Stanley Theater-Jersey City, stile italiano, ora Sala dei Congressi dei Testimoni di Geova

Sign in to YouTube

Sign in with your Google Account (YouTube, Google+, Gmail, Orkut, Picasa, or Chrome) to like youholybible's video.

Sign in to YouTube

Sign in with your Google Account (YouTube, Google+, Gmail, Orkut, Picasa, or Chrome) to dislike youholybible's video.

Sign in to YouTube

Sign in with your Google Account (YouTube, Google+, Gmail, Orkut, Picasa, or Chrome) to add youholybible's video to your playlist.

Uploaded on Dec 24, 2007

Il 24 marzo 1928 venne inaugurato, il nuovo Stanley Theater ubicato in Journal Square, una piazza di Jersey City, era uno dei più grandi teatri degli Stati Uniti. Fu molto elogiato per la sua bellezza, in particolare il raffinato interno coi suoi motivi architettonici italiani. "Chi è stato in Italia, . . . dove le ville pittoresche e le signorili case di campagna ci rammentano la gloria artistica che un tempo contrassegnò Roma", osservò nei primi tempi un cronista, "può farsi un'idea dell'interno di questo nuovo Stanley Theatre".
Ma dopo molti anni di cinema e di rappresentazioni teatrali, il magnifico Stanley cominciò a decadere. I progetti per ristrutturarlo non vennero mai realizzati. Lo Stanley era caduto in disuso e aveva un disperato bisogno di riparazioni. Alcune sezioni del seminterrato sotto il palco erano coperte da oltre mezzo metro d'acqua. L'ottone e il rame lavorato che ornavano porte e finestre erano coperti da strati di vernice e di sporcizia. I motivi architettonici dell'interno erano anneriti dalla nicotina e dalla polvere di 50 anni. Le poltroncine erano macchiate, strappate o lacerate. Gli enormi lampadari avevano perso il loro splendore nascosto sotto strati di sudiciume. Nel 1982 lo Stanley fu messo in vendita. Essendosi resi conto che era proprio quello di cui avevano bisogno per le loro assemblee di circoscrizione, nel novembre del 1983 i testimoni di Geova lo comprarono.
Migliaia di lavoratori volontari affluirono allo Stanley trasformandolo in un alveare di attività. Operai specializzati offrirono i loro servizi gratuiti per i lavori di verniciatura, intonacatura, carpenteria e per l'installazione dell'impianto idraulico ed elettrico. Questi volontari lavorarono a lungo, giorno e sera, per periodi di settimane e di mesi.
Ora il teatro possiede 4.300 posti viene usato come Sala dei Congressi dei Testimoni di Geova. Ora Jersey City può vantare una delle più belle sale dei congressi degli Stati Uniti. Non solo lo splendore di un tempo le è stato restituito, ma è stato accresciuto. La sua più grande funzione sarà quella d'essere ora impiegata per riflettere la gloria del Sovrano Signore e Creatore dell'universo, Geova Dio.
"I testimoni di Geova di Jersey City sono oltre 4.000. Sono entusiasti, dotati di uno straordinario spirito di cooperazione e autonomi. Sono tutti volontari e lavorano per una causa in cui credono profondamente . . .
"Mentre li osservavo procedere nei lavori allo Stanley Theater di Jersey City, notai che erano decisi a non considerare nessun prezzo troppo alto per il raggiungimento dei loro particolari ideali.
"Lo Stanley Theater sarà un monumento alla dedizione sorta da quella forza d'animo che nasce dalla frequente avversità. Il teatro traboccava di quel sentimento di premura che di rado viene a galla in questo tempo di cinismo, materialismo e sospetto.
"La Sala dei Congressi dei testimoni di Geova dello Stanley Theater di Jersey City diventerà immancabilmente una pietra miliare. Dovrebbe fare onore alla comunità.
"Sono combattenti religiosi di prima classe e una luce che splende in un mondo molto spesso tenebroso.
"Jersey City dovrebbe essere fiera di loro; sono un vantaggio per la città". — The Jersey Journal, 25 luglio 1985, pagina 21 _____________________________________
The theater was an elegant and popular venue into the 1960s. Stage shows at the theater reflected the popular culture of the times with entertainers ranging from Three Stooges and Jimmy Durante to Tony Bennett, Janis Joplin, Dolly Parton, and The Grateful Dead. During the 1970s, however, movie attendance suffered and the theater fell into disrepair, and became an RKO (Radio-Keith-Orpheum Pictures) grindhouse. The once beautiful metalwork throughout the building was painted dark blue, and the Wurlitzer organ was removed in the 1970s. It finally closed as a movie theater April 20, 1978.
The future of the building was in question until it was purchased as an Assembly Hall of Jehovah's Witnesses for $800,000 (not $18 million as stated before), in 1983. As of now the building is worth much more, but the price is unknown and is private. At that time some basement sections of the stage area were flooded under two feet (60 cm) of water. The original brass and copper on doors and windows was covered by layers of paint and dirt, the picturesque Italian façade was obscured by 50 years of nicotine and dust, and the seats were stained, torn, and ripped. The theater's huge chandeliers had lost their brilliance under layers of grime. Thousands of volunteers, Jehovah's Witnesses, worked over a nine-month period to renovate and clean the theater back to its original beauty and splendor, for its first assembly in August 1985. Tours of the former theater are now conducted Monday through Friday 8-12 and 1-5.

Loading icon Loading...

Loading icon Loading...

Loading icon Loading...

Loading icon Loading...

Ratings have been disabled for this video.
Rating is available when the video has been rented.
This feature is not available right now. Please try again later.

Loading icon Loading...

Loading...
Working...
to add this to Watch Later

Add to