Upload
American Institute for Roman Culture
251

Subscription preferences

Loading...

Loading icon Loading...

Working...

American Institute for Roman Culture

National Museum of the Early Middle Ages / Museo Nazionale dell'Alto Medioevo

179 views 3 weeks ago
The museum, inaugurated in 1967 in the Sciences Building in EUR with the purpose of endowing Rome with a post-Classical archaeological museum and promoting research in a significant period for the study of the transformation of the ancient world, exhibits materials dating between the 4th and the 14th centuries found mostly in Rome and central Italy.
Late Antique (4th-6th century) Rome is represented by three imperial portraits, several votive and funerary inscriptions, and a precious gold "crossbow" pin with drilled decoration. The Longobard/Lombard presence in Umbria and the Marches is attested by the two most important cemeteries in central Italy (Nocera Umbra and Castel Trosino); their assemblages of weapons, jewelry, ivory, glass, and bronze and ceramic vessels form the heart of the collection. The following period is illustrated by a notable group of marble reliefs from churches in Rome and Lazio which were radically renovated during the "Carolingian Renaissance" of the 9th-10th centuries. Two papal agricultural communities, the domuscultae of Santa Cornelia and Santa Rufina, founded in the Roman countryside to feed the city (end of the 8th-10th century) and surviving with changed functions until the High Middle Ages, are represented by furnishings and objects. The visit concludes with the "Coptic" collection consisting of reliefs and fabrics which encapsulate the artistic production of Late Antique and Early Medieval Egypt (5th-10th century).

Inaugurato nel 1967 nel Palazzo delle Scienze all'Eur con l'obiettivo di dotare Roma di un museo archeologico dell'età postclassica e di promuovere la ricerca su un periodo strategico per lo studio della trasformazione del mondo antico, il Museo espone materiali databili tra il IV ed il XIV secolo provenienti per la maggior parte da Roma e dall'Italia centrale.
Alla Roma tardoantica (IV-VI sec.) risalgono tre ritratti imperiali, alcune epigrafi votive e funerarie e una preziosa fibula a balestra in oro con decorazione a traforo. Seguono le testimonianze dell'occupazione longobarda in Umbria e nelle Marche (VI-VII sec.) con le due più importanti necropoli dell'Italia centrale (Nocera Umbra e Castel Trosino), che ne costituiscono il nucleo di eccellenza con i loro corredi di armi, gioielli, avori, vetri e vasellame di bronzo e ceramica. La successiva età carolingia è illustrata da un cospicuo gruppo di rilievi marmorei provenienti dalla decorazione architettonica delle chiese di Roma e del Lazio, profondamente rinnovate all'epoca della "rinascenza carolingia" (IX-X sec.). Allo stesso periodo appartengono gli arredi e gli oggetti d'uso provenienti da due aziende agrarie di fondazione papale, le domusculte di S.Cornelia e di S.Rufina, create nella Campagna Romana per l'approvvigionamento della città (fine VIII-X sec.) e perdurate con altre funzioni fino al pieno medioevo. Il percorso si conclude con la collezione "copta" costituita da rilievi e tessuti che offrono una esemplificazione significativa della produzione artistica dell'Egitto tardoantico e altomedievale (V-X sec.).
Read more
The museum, inaugurated in 1967 in the Sciences Building in EUR with the purpose of endowing Rome with a post-Classical archaeological museum and promoting research in a significant period for the study of the transformation of the ancient world, exhibits materials dating between the 4th and the 14th centuries found mostly in Rome and central Italy.
Late Antique (4th-6th century) Rome is represented by three imperial portraits, several votive and funerary inscriptions, and a precious gold "crossbow" pin with drilled decoration. The Longobard/Lombard presence in Umbria and the Marches is attested by the two most important cemeteries in central Italy (Nocera Umbra and Castel Trosino); their assemblages of weapons, jewelry, ivory, glass, and bronze and ceramic vessels form the heart of the collection. The following period is illustrated by a notable group of marble reliefs from churches in Rome and Lazio which were radically renovated during the "Carolingian Renaissance" of the 9th-10th centuries. Two papal agricultural communities, the domuscultae of Santa Cornelia and Santa Rufina, founded in the Roman countryside to feed the city (end of the 8th-10th century) and surviving with changed functions until the High Middle Ages, are represented by furnishings and objects. The visit concludes with the "Coptic" collection consisting of reliefs and fabrics which encapsulate the artistic production of Late Antique and Early Medieval Egypt (5th-10th century).

Inaugurato nel 1967 nel Palazzo delle Scienze all'Eur con l'obiettivo di dotare Roma di un museo archeologico dell'età postclassica e di promuovere la ricerca su un periodo strategico per lo studio della trasformazione del mondo antico, il Museo espone materiali databili tra il IV ed il XIV secolo provenienti per la maggior parte da Roma e dall'Italia centrale.
Alla Roma tardoantica (IV-VI sec.) risalgono tre ritratti imperiali, alcune epigrafi votive e funerarie e una preziosa fibula a balestra in oro con decorazione a traforo. Seguono le testimonianze dell'occupazione longobarda in Umbria e nelle Marche (VI-VII sec.) con le due più importanti necropoli dell'Italia centrale (Nocera Umbra e Castel Trosino), che ne costituiscono il nucleo di eccellenza con i loro corredi di armi, gioielli, avori, vetri e vasellame di bronzo e ceramica. La successiva età carolingia è illustrata da un cospicuo gruppo di rilievi marmorei provenienti dalla decorazione architettonica delle chiese di Roma e del Lazio, profondamente rinnovate all'epoca della "rinascenza carolingia" (IX-X sec.). Allo stesso periodo appartengono gli arredi e gli oggetti d'uso provenienti da due aziende agrarie di fondazione papale, le domusculte di S.Cornelia e di S.Rufina, create nella Campagna Romana per l'approvvigionamento della città (fine VIII-X sec.) e perdurate con altre funzioni fino al pieno medioevo. Il percorso si conclude con la collezione "copta" costituita da rilievi e tessuti che offrono una esemplificazione significativa della produzione artistica dell'Egitto tardoantico e altomedievale (V-X sec.). Show less

Academic Programs Play

AIRC offers a wide variety of academic programs based in Rome, with students from high school to graduate level.
Loading...
Working...
Sign in to add this to Watch Later

Add to